Milano

Expo "cambia" nome: con Marco Cavallo per nitrire al pianeta

7 Luglio Lug 2015 1021 07 luglio 2015

Domani il cavallo azzurro simbolo del processo di liberazione dai manicomi arriverà a Expo, per dare voce al desiderio di libertà rispetto alle inequità della tavola del mondo

  • ...
Marco Cavallo
  • ...

Domani il cavallo azzurro simbolo del processo di liberazione dai manicomi arriverà a Expo, per dare voce al desiderio di libertà rispetto alle inequità della tavola del mondo

Da domani Expo cambia titolo: da “nutrire il pianeta” diventerà “nitrire al pianeta”. Domani infatti a Expo arriverà Marco Cavallo, il grande cavallo azzurro che dal 1973 è diventato il simbolo della protesta contro i manicomi e le istituzioni totali e del processo di liberazione.
Per qualche giorno le parole istituzioni totali, carceri, manicomi, campi profughi e campi di espulsione risuoneranno tra i milioni di visitatori dell'Expo.
Così Peppe Dell’Acqua racconta, in un ideale dialogo con Marco Cavallo, gli obiettivi della “trasferta”: «Quando ho detto a Marco Cavallo che il suo compito sarebbe stato quello di dire delle disuguaglianze, dei milioni di uomini senza diritti, dei bambini rinchiusi nelle infinite istituzioni totali, dei bambini che muoiono di fame nelle periferie del mondo ricco, ha cominciato a scalpitare. Le disequità sono feroci e si riproducono. Mai più sarà possibile sedersi alla stessa tavola imbandita. A questo punto ha deciso e a nitrito con tutta la rabbia e la maestosità di quando doveva buttare giù le mura del manicomio di Trieste, di quando nelle carceri ha incontrato i detenuti per parlare di futuro, di quando in tantissime scuole ha appassionato i giovani all'uguaglianza e alla libertà, di quando nell'ultimo recente lunghissimo viaggio ha aperto le porte dei sei manicomi “criminali” e ha ascoltato e visto centinaia di uomini senza diritto e senza storia».
Marco Cavallo arriverà a Milano oggi pomeriggio: alle 17 arriverà sarà alla Casa della Carità, dove sarà accolto dagli amici che in quella casa trovano accoglienza e parole. La sera Franco Rotelli presenterà il suo nuovo libro, “L’istituzione inventata. Almanacco Trieste 1971-2010”, con Peppe Dell'Acqua, Piero Del Giudice e don Virginio Colmegna, presidente della Fondazione Casa della carità. Mercoledì 8 luglio alla ore 19,30 Marco Cavallo arriverà all'Expo: andrà a prendere posto davanti al Padiglione Kip International School di fianco al giardino dell’ONU, all’inizio del decumano, dove potrà incontrare migliaia di persone al minuto.

Contenuti correlati