Senato
Terzo settore

Riforma, il Forum: «Una pausa di riflessione può essere utile»

22 Luglio Lug 2015 1530 22 luglio 2015
  • ...

Intervista al portavoce Pietro Barbieri: «La riforma va fatta, ma il testo uscito dalla Camera va migliorato, il rinvio della discussione a settembre non è un fatto di per sé negativo»

Pietro Barbieri, portavoce del Forum del Terzo settore

Secondo Pietro Barbieri, portavoce del Forum del Terzo settore, la pausa di riflessione estiva che la Commissione Affari Costituzionali del Senato si è presa, rinviando al 7 settembre il termine per la presentazione degli emendamenti «potrebbe essere utile per approfondire alcuni nodi che il testo della Camera non ha sciolto».

A cosa si riferisce?
Penso per esempio al servizio civile universale che non può essere confinato nel recenti dell’assistenza e della cittadinanza attiva, al ruolo dei centri di servizio al volontariato, che va chiarito per bene e all’impresa sociale che non deve essere lo strumento per privatizzare il welfare. Insomma c’è ancora da lavorare.

Il rischio però è che tutto si impantani, da ottobre il Parlamento sarà impegnato sulla Stabilità, legge che ha la precedenza assoluta…
La riforma va portata a casa, occorre però che sia un buon testo che valorizzi il nostro mondo e non un pasticcio. Dico no a una riforma a tutti i costi.

Molti settori del non profit che lei rappresenta però, hanno manifestato anche pubblicamente il loro sconcerto di fronte alle lungaggini del Senato…
Lo ripeto ci serve una buona legge e per q uesto ritengo che sia utile un approfondimento. Poi non occorrono carrettate di emendamenti, ma alcuni aggiustamenti che si possono definire nei tempi giusti.