Milano

Caritas Ambrosiana: un agosto di massimo impegno

28 Luglio Lug 2015 1634 28 luglio 2015

Mille volontari resteranno accanto a profughi, anziani soli, senza tetto e famiglie impoverite. «Siamo aperti per ferie» ha detto monsignor Luca Bressan, vicario episcopale per la Carità, la Cultura, la Missione e l'Azione Sociale della diocesi di Milano

  • ...
 GIUSEPPE CACACE:AFP:Getty Images Homeless Milano
  • ...

Mille volontari resteranno accanto a profughi, anziani soli, senza tetto e famiglie impoverite. «Siamo aperti per ferie» ha detto monsignor Luca Bressan, vicario episcopale per la Carità, la Cultura, la Missione e l'Azione Sociale della diocesi di Milano

Agosto si avvicina: è il mese delle vacanze ma anche quello in cui le emergenze sociali appaiono più vivide nelle città che diventano sempre più deserte. Agosto per chi opera nel sociale è un periodo di emergenza. Per questa ragione Caritas Ambrosiana chiama a raccolta le proprie forze per non far venire meno l’aiuto necessario e, in particolare, lancia proprio nel mese delle ferie, alcune iniziative, chiedendo a chi è rimasto in città un piccolo aiuto. «Saremo aperti per ferie, perché ci sentiamo tutti responsabili come ci ha detto papa Francesco nella sua ultima enciclica», così monsignor Luca Bressan, vicario episcopale per la Carità, la Cultura, la Missione e l’Azione sociale della diocesi di Milano, ha aperto la presentazione delle iniziative di Caritas Ambrosiana per il mese di agosto.

«Complessivamente, nelle prossime settimane, saranno almeno mille i volontari che resteranno in servizio e si impegneranno accanto a profughi, senza tetto, famiglie impoverite», ha sottolineato monsignor Bressan. «Distribuiranno aiuti alimentari, ma anche cibo spirituale fatto di buone relazioni, risorsa indispensabile per combattere il nemico numero uno del mese di agosto: la solitudine».
Quella che sarà messa in campo sarà un’azione multiforme a beneficio di tante categorie sociali, di povertà antiche e nuove, con una serie di interventi che vanno oltre la semplice distribuzione di aiuti.

Ed ecco alcune delle attività che Caritas Ambrosiana promuove nelle prossime settimane:

“Aggiungi un posto a tavola”: ospita un profugo in famiglia per Ferragosto
Quest’anno in particolare, grazie alla collaborazione con l’Osservatorio di Milano, Caritas Ambrosiana propone alle famiglie di Milano di ospitare per il pranzo di Ferragosto i cittadini più in difficoltà: senza dimora, mamme sole con bambini, migranti e profughi. L’iniziativa, intitolata “Aggiungi un posto a tavola”, organizzata di solito a Natale dall’Osservatorio, viene riproposta grazie a questa nuova partnership in occasione della festa dell’Assunta. L’Osservatorio raccoglierà le candidature delle famiglie disponibili ad aprire le porte di casa loro; Caritas Ambrosiana girerà l’invito agli ospiti dei propri centri e agli utenti dei servizi e farà in modo che l’incontro avvenga nel migliore dei modi.
«“Aggiungi un posto a tavola” è un gesto simbolico di accoglienza in famiglia di persone in difficoltà. Il suo obiettivo è mostrare che esiste una città solidale e aperta, capace di superare diffidenze e paure, spesso ingigantite da campagne di odio strumentali», osserva don Roberto Davanzo, direttore di Caritas Ambrosiana.

Consegna dei pasti a domicilio per gli anziani
Dal 1 al 31 agosto scendono in campo 30 personal shopper che inizieranno il servizio di consegna a domicilio dei pasti agli anziani soli del quartiere Cagnola di Milano. Oltre a portare il pranzo, preparato dalle aziende di ristorazione milanese, i volontari si renderanno disponibili per le necessità quotidiane che possono diventare difficili in agosto: acquisto di medicine, della spesa, accompagnamento per visite mediche. Il servizio, realizzato in collaborazione con il Comune di Milano partito nel 2000 ha coinvolto fino a oggi oltre 500 volontari, metà dei quali ha scelto di ripetere l’esperienza almeno una volta. Altrettanti sono stati in 15 anni i beneficiari. I volontari consegnano il pranzo a turno nel quartiere con un’auto messa a disposizione da Avis Autonoleggio.

Al via la Cena Sospesa: regala un pasto a chi ne ha bisogno
Nei primi giorni di agosto i volontari di Caritas distribuiranno nei ristoranti della città le teche e le buste per le offerte di “La Cena Sospesa”. I cittadini che ceneranno nei 31 locali che hanno aderito all’iniziativa potranno fare un’offerta che sarà convertita in ticket restaurant. I buoni pasto saranno distribuiti dai volontari dei 117 centri di ascolto cittadini ai circa 2mila cittadini che ricorrono al loro aiuto. (per approfondire qui)

Per sostenere il “Refettorio Ambrosiano”
Domenica 9 agosto, il Refettorio Ambrosiano in piazza Greco a Milano aprirà per la prima volta le proprie porte al pubblico per una cena di raccolta fondi. Per l’occasione Massimo Bottura ha invitato a cucinare 4 chef latinoamericani: Enrique Olvera, Rodolfo Guzmán, Carlos Garcia, Matías Perdomo. La serata sarà un’occasione per condividere i valori del Refettorio: la solidarietà e il rispetto per il cibo. E ammirare la bellezza delle opere che arricchiscono gli ambienti realizzate da Gaetano Pesce, Carlo Benvenuto, Enzo Cucchi, Mimmo Paladino e Maurizio Nannuci. Secondo la filosofia che anima il progetto, i quattro chef latinoamericani cucineranno piatti prelibati con le eccedenze alimentari di Expo. Chi vorrà partecipare alla serata, dovrà fare una donazione minima di 100 euro, sul sito web di Caritas Ambrosiana. I fondi raccolti saranno destinati a sostenere il progetto di Caritas “Refettorio Ambrosiano”, che dal lunedì a venerdì ospita 96 persone in difficoltà, offrendo loro accoglienza e un pasto caldo. La cena inizierà alle ore 20.
Oltre al Refettorio Ambrosiano dove ogni sera vengono servite 90 persone grazie alle eccedenze alimentari raccolte a Expo, continuano a rimanere attive grazie a 350 volontari, anche altre strutture come le mense dei poveri di Gallarate, Treviglio, Legnano, Desio, Varese, Rho, Sesto San Giovanni, Monza ed Erba che distribuiscono oltre 500 pasti al giorno.

Proseguono anche le diverse iniziative che Caritas Ambrosiana mette in campo durante tutto l’anno come l’accoglienza dei profughi. Nei centri Caritas sono ospitate 700 persone, ad agosto Milano potrebbe gestire nuovi arrivi e proprio per questo, è stato sottolineato Caritas Ambrosiana continuerà a tenere in allerta nelle prossime settimane anche il sistema di accoglienza per i richiedenti asilo che, in strutture ecclesiali o in convenzione con il pubblico, diffuse sul territorio ambrosiano dà ospitalità a 700 persone.
Mercoledì 29 luglio il cardinale Scola visiterà uno di questi centri: alle ore 11, sarà a Casa Suraya.

Per tutto il mese di agosto resterà aperto il Rifugio Caritas di via Sammartini a Milano: per i senzatetto non c’è solo il problema del gelo invernale, anche l’estate porta con sé molte difficoltà perché diminuiscono le possibilità di chiedere aiuto. Il Rifugio Caritas accoglie 64 uomini, per la metà stranieri. A questo va aggiunto il Centro diurno “La Piazzetta” di viale Famagosta 2 che per tutta l’estate (tranne una settimana in agosto) sarà uno dei pochi luoghi aperti durante il giorno per le persone senza dimora.

Foto in apertura GIUSEPPE CACACE/AFP/Getty Images

Contenuti correlati