Uildm

Uildm: oltre 200 i volontari in Servizio civile

4 Agosto Ago 2015 1522 04 agosto 2015

Sono 24 i progetti che coinvolgono oltre 30 sezioni locali di Uildm che sviluppano temi legati all'inclusione sociale, all'integrazione anche attraverso la pratica sportiva e la formazione scolastica

  • ...
Servizio civile
  • ...

Sono 24 i progetti che coinvolgono oltre 30 sezioni locali di Uildm che sviluppano temi legati all'inclusione sociale, all'integrazione anche attraverso la pratica sportiva e la formazione scolastica

Sono 24 i progetti di Servizio Civile Uildm (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) per il 2015-2016, approvati e finanziati dall’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile. I progetti, che coinvolgono oltre 30 Sezioni locali Uildm in tutta Italia, sono stati avviati, nella maggior parte dei casi, già nei mesi di giugno e luglio 2015. Quelli rimasti partiranno dopo l’estate, tra settembre ed ottobre prossimi.

Complessivamente i volontari coinvolti sono oltre 200, dai 18 ai 28 anni: per 12 mesi, 30 ore la settimana, presteranno il loro servizio all’interno di realtà molto variegate. I progetti, infatti, sviluppano temi volti all’inclusione sociale, all’integrazione anche attraverso la pratica sportiva e la formazione scolastica; oppure sono dedicati a percorsi di riabilitazione e di autonomia nell’ottica del miglioramento della qualità della vita delle persone affette da malattie neuromuscolari, e di una diversa considerazione della disabilità.
L’anno di Servizio Civile diventa così una grande opportunità di arricchimento per i volontari, che vivono un’esperienza fatta di relazioni intense in un clima di valorizzazione delle differenze, potendo acquisire nuove competenze trasversali, utili anche nel mondo del lavoro e per il futuro in generale.

Tra i progetti targati Uildm 2015-2016, si segnalano quelli che coinvolgono i gruppi più consistenti di volontari:

Progetto “Rialziamoci Adesso”: 38 volontari in Campania.
Obiettivo: migliorare l’autonomia di 120 persone con gravi disabilità nelle province di Napoli e di Caserta, potenziando i servizi di trasporto attrezzato, di assistenza domiciliare ed extradomiciliare e favorendo la partecipazione ad attività di socializzazione ed integrazione sociale.

Progetto “Percorsi di inclusione sociale per persone con disabilità”: 20 volontari a Roma.
Obiettivo: potenziare le attività di assistenza finalizzate, quali l’aiuto personale, il sostegno alla vita domestica, il sostegno scolastico e lavorativo e il trasporto attrezzato, servizi rivolti a 109 persone con disabilità complessa e alle loro famiglie nel Comune di Roma.

Progetto “Libertà e scelta per la disabilità”: 16 volontari a Pescara e Chieti.
Obiettivo: migliorare la qualità della vita di 80 persone affette da patologie gravi potenziando i servizi di trasporto attrezzato, l’assistenza domiciliare e incrementando la partecipazione alle attività socialmente aperte, quali attività artistiche, culturali, sportive e del tempo libero.

Progetto “Vicino a Te, Sempre con Te”: 14 volontari in Toscana.
Obiettivo:
migliorare la possibilità di gestire la propria vita per le persone affette da patologie neuromuscolari attraverso l’offerta potenziata di servizi come l’assistenza domiciliare, l’accompagnamento a servizi extradomiciliari, la consulenza informativa e l’esercizio dei propri diritti.

Progetto “In una città nuova per l’integrazione e l’inclusione”: 12 volontari a Cittanova (RC).
Obiettivo:
l’assistenza e il supporto di 45 persone con disabilità, per favorirne l’autonomia e una migliore integrazione sociale, attraverso il trasporto attrezzato, l’assistenza domiciliare e la partecipazione ad eventi sportivi e culturali.

Progetto “Missione possibile: Mobilità, Sport e Integrazione sociale”: 12 volontari a Palermo.
Obiettivo:
migliorare la qualità di vita di 101 persone affette da patologie neuromuscolari residenti nella provincia di Palermo, attuando un sistema di servizi in rete nel settore socio-sanitario, in collaborazione con strutture pubbliche, associazioni “non profit” e imprese private.

Per scoprire tante informazioni anche sugli altri progetti Uildm, consultare la pagina del sito uildm.org

Contenuti correlati