Nomine

Cambio al vertice per Wwf Italia

17 Agosto Ago 2015 1218 17 agosto 2015

Gaetano Benedetto è il nuovo direttore generale eletto dal consiglio nazionale dell'associazione ambientalista

  • ...
Gaetano Benedetto Direttore WWF
  • ...

Gaetano Benedetto è il nuovo direttore generale eletto dal consiglio nazionale dell'associazione ambientalista

È Gaetano Benedetto, 57 anni, specializzato in diritto ambientale e nelle politiche di gestione territoriale e presidente del Parco nazionale del Circeo, il nuovo direttore generale di Wwf Italia, nominato dal consiglio nazionale dell'associazione.

«Assumo l’incarico con la consapevolezza di prendere il testimone di una delle storie più belle ed importanti di questo Paese, quella di un’associazione che in cinquant’anni ha trasformato il valore scientifico della tutela della natura in un valore sociale oggi da tutti riconosciuto. Penso all’ambiente non solo come diritto di tutti e soprattutto delle generazioni future, ma anche come dovere di ciascuno. Credo nel confronto e nel dialogo, perché la sfida del futuro riguarda tutti, nessuno escluso», ha dichiarato Benedetto.

In ambito Wwf il nuovo direttore generale ha seguito per anni l’istituzione di buona parte dei parchi nazionali, l’applicazione in Italia delle Direttive Comunitarie Habitat ed Uccelli che hanno portato alla Rete Natura 2000 (su cui come Vice Capo di Gabinetto ha curato la redazione del Decreto sui Criteri Minimi di Conservazione); ha seguito sin dalla sua approvazione nel 91 ogni fase e contenzioso sull’applicazione della normativa sulla caccia; è stato interlocutore per il Wwf sui più importanti procedimenti di riconversione delle aree industriali ad elevato impatto ambientale e sulla realizzazione di molte opere pubbliche. È stato tra i redattori dell’accordo volontario tra Ministero dell’Ambiente, Confindustria ed Associazione Ambientaliste sul transito di sostanze pericolose nelle aree sensibili del Mediterraneo, e un esperto della Convenzione di Barcellona per la tutela del Mar Mediterraneo; si occupa da anni di demanio con particolare riguardo a quello marittimo. Durante la sua presidenza Officinae Verdi spa è stata la prima società in Italia a ottenere la “grid parity”, cioè l’equivalenza del costo del kilowatt prodotto con energia rinnovabile rispetto ad uno convenzionale. Nella qualità di Presidente di aree protette, Gaetano Benedetto ha ottenuto risultati importanti quali la predisposizione del Piano e del Regolamento sia del Parco dell’Appia che del Parco del Circeo, l’estensione del riconoscimento del Mab Unesco a tutta l’aera del Parco del Circeo oltre che ad un’importante territorio confinante.

«Benedetto era il candidato migliore in un momento di grande responsabilità della nostra Associazione, che dovrà cogliere e supportare le sfide ambientali e sociali che la nostra generazione dovrà affrontare nell'immediato futuro», commenta la presidente del Wwf Italia Donatella Bianchi, «alla vigilia dei 50 anni di Wwf Italia. Eravamo alla ricerca di una persona con comprovate capacità di governance, esperto in politiche di conservazione, capace di valorizzare la storia dell'Associazione in una prospettiva futura, un ambientalista e un comunicatore naturale, in grado di trasmettere la sua passione e di essere un punto di riferimento sia internamente che all'esterno dell'Associazione. Gaetano Benedetto ha tutte queste doti e molte altre che saprà mettere al servizio del Panda in Italia e nel mondo».

Il Consiglio Nazionale del Wwf Italia ha anche nominato come vice direttore generale Bruno Ravaglioli, già direttore amministrazione e finanze dell’associazione.

Contenuti correlati