Jeff J Mitchell:Getty Images Scuola
Eventi

Educazione interculturale: i nuovi curricoli della scuola

4 Settembre Set 2015 1449 04 settembre 2015
  • ...

In corso fino a sabato 5 settembre il seminario "Andare oltre: per rigenerare la società. I nuovi curriculi della scuola" realizzato nell'ambito del progetto europeo progetto “Critical review of the historical and social disciplines for a formal education suited to the global society"

Prosegue fino a domani, sabato 5 settembre a Senigallia il IX seminario internazionale di educazione interculturale “Andare oltre: per rigenerare la società. I nuovi curricoli della scuola”. Un evento organizzato da Cvm – Comunità Volontari nel Mondo – e realizzato nell'ambito del progetto “Critical review of the historical and social disciplines for a formal education suited to the global society" dell'Unione Europea, riconosciuto dal Miur, dall'Università degli Studi di Macerata e con il partenariato della Regione Marche.

Obiettivo dei due giorni di seminario promuovere nei docenti una formazione in grado di favorire un pensiero critico e alternativo, consentendo indirettamente agli studenti di costruire una società in cui ogni cittadino si possa sentire parte integrante di un’unica umanità multietnica e multiculturale. I docenti sono oggi chiamati a diventare soggetti - guida di un processo che porti alla rigenerazione della scuola e del tessuto sociale italiano. In tal senso, il Seminario pone la Regione Marche all’avanguardia nel panorama nazionale ed internazionale nel ruolo di promotore di un modello unico di riflessione sul rapporto tra educazione scolastica, mondialità, intercultura ed innovazione

In una società che rapidamente si sta trasformando in multietnica diventa sempre più importante il ruolo dell'Educazione Interculturale, in grado di agevolare il processo di inclusione e di trasformazione sociale e culturale, tale da conseguire un cambiamento concreto e un superamento delle visioni autoreferenziali in atto a partire dalla scuola: luogo per eccellenza della formazione e dell'educazione. Saperi utili e funzionali alla crescita e alla costruzione dell'identità individuale e collettiva sono oggi necessari per l’acquisizione di nuovi modelli di comportamento responsabile, inclusivo ed attento al Bene Comune.

Questo nuovo IX seminario internazionale di educazione interculturale si pone come punto di riferimento italiano ed europeo per la trasformazione dei saperi e dei metodi didattici con la finalità di alimentare un risveglio del pensiero e una nuova etica per la costruzione di una cittadinanza attiva e mondiale.

«Questo appuntamento attraverso lo scambio interculturale, didattico e delle buone pratiche delle esperienze scolastiche dei rappresentanti di 65 scuole, di oltre 1500 studenti di 6 Paesi europei alimenta una conoscenza del mondo e delle sue interdipendenze non accanto alle lezioni, ma dentro queste; fa partecipare gli insegnati in modo attivo, chiedendo loro di progettare i testi ed i materiali didattici oltre che di sperimentarli in classe; stimola il confronto interculturale anche tra scuole di diverse nazioni, all'interno di un modello generale unico seppur diversificato a secondo il contesto del proprio Paese», ha sintetizzato Massimiliano Lepratti, coordinatore europeo per CVM del progetto “Critical review of the historical and social disciplines for a formal education suited to the global society”

Il Seminario prevede anche la presentazione del progetto europeo “Global Schools: Eyd 2015 to embed Global Learning in primary education”, di cui la Provincia autonoma di Trento è ente capofila e Cvm e la Regione Marche sono partner. Questo progetto ha come finalità la revisione dei curricoli scolastici nella scuola primaria e la creazione, nei prossimi tre anni, di una rete di 152 scuole di 10 Paesi europei e di una serie di interventi di relatori nazionali ed internazionali. Inoltre, sono previsti dei laboratori in lingua inglese e in lingua italiana che affronteranno, in chiave interdisciplinare, tematiche quali la migrazione, la crisi economica, la globalizzazione, la convivenza tra diversi, la relazione tra bisogni e risorse ed alcuni destinati alla scuola dell’Infanzia e Primaria che in una modalità ludica e in una dimensione artistico - creativa.

In allegato il programma

Immagine in apertura photo by Jeff J Mitchell/Getty Images

Contenuti correlati