Fundraising

HUG-Tap to donate: l'app per donare da smartphone e tablet

14 Settembre Set 2015 1458 14 settembre 2015

Creata dalla startup italiana Do Solidale la prima applicazione di mobile giving. Uno strumento moderno rivolto in particolare ai giovani e a quanti oggi ancora non donano.

  • ...
Sean Gallup:Getty Images Smartphone
  • ...

Creata dalla startup italiana Do Solidale la prima applicazione di mobile giving. Uno strumento moderno rivolto in particolare ai giovani e a quanti oggi ancora non donano.

Avvicinare i giovani al mondo delle donazioni e aprire un canale di raccolta fondi semplice e innovativo. Sono questi i due risultati che la startup italiana Do Solidale si attende dalla creazione di HUG – Tap to donate. Si tratta della prima app di mobile giving che permette di effettuare donazioni, in modo facile e sicuro, a favore di progetti di onlus efficienti e trasparenti e allo stesso tempo essere sempre aggiornati sulla loro realizzazione.

Grazie a questa app si può fare la propria donazione tramite smartphone e tablet e ovviamente, si può donare in qualunque momento e in qualunque luogo. L'app è disponibile gratuitamente su AppStore e Google Play Store

Hug individua le onlus che comunicano in maniera trasparente il proprio operato e che sottopongono il bilancio a revisione contabile, le onlus individuate sono anche efficienti dal punto di vista dell’impiego delle risorse (investono nei progetti non meno del 70% dei fondi raccolti). «Ogni donazione è sempre un aiuto concreto verso chi ne ha bisogno», sottolineano dalla startup «sull’app si trovano esclusivamente progetti ben definiti nelle tempistiche di realizzazioni e con risultati misurabili».

Insomma donare non è mai stato così facile e per così dire “coinvolgente”: (in allegato schema dei 5 tap per donare) aprendo l’app basterà lasciarsi guidare dalla propria sensibilità e scegliere il progetto da sostenere, con pochi “tap” su potrà direttamente dall’app effettuare la donazione dell’importo desiderato. Trasparenza e tracciabilità sono garantite: l’importo viene donato con carta di credito o PayPal (quest’ultimo sistema solo per le onlus che accettano per i pagamenti), tramite piattaforma GestPay di Banca Sella, è accreditato direttamente sul conto della onlus, vincolato alla realizzazione del progetto (la donazione beneficia quindi delle agevolazioni fiscali previste dalla normativa vigente).

La donazione inoltre può diventare social: in una schermata si può scegliere di “abbracciare” il progetto per avere tutti gli aggiornamenti e si può anche decidere di condividere con i propri amici l’esperienza appena vissuta. Ed è qui che entrano in campo i giovani che vivono sempre più in un ambiente tecnologico, abituati a condividere online e allo stesso tempo attenti ai risultati e all’impatto delle proprie azioni.

Hug – Tap to donate si propone come «la risposta a tutte le persone che vogliono contribuire a migliorare la realtà e il mondo che le circonda e che non hanno ancora trovato una modalità di donazione adeguata alle loro esisgenze», come sottolineano a Do Solidale srl, la società nata proprio con l’obiettivo di aprire un canale di raccolta fondi nuovo e moderno e così incrementare le donazioni le donazioni a favore delle onlus.

In apertura photo by Sean Gallup/Getty Images

Allegati

Contenuti correlati