Volontari
Erasmus+

Migranti, Agenzia Giovani in campo con le partner d'Europa

23 Settembre Set 2015 1718 23 settembre 2015
  • ...

Oltre un milione di euro impeganti in cooperazione e accoglienza grazie a più di 40 progetti di scambio e volontariato. 70 le associazioni dell'area del Mediterraneo accreditate. A ottobre il meeting delle Agenzie giovani di Erasmus+

Scambi, volontariato, progetti di inclusione, dialogo interculturale e religioso, cooperazione internazionale, cittadinanza attiva, e democrazia, immigrazione, pari opportunità e uguaglianza di genere: sono questi i campi in cui si sviluppano i progetti dell’Agenzia nazionale per i giovani. Non semplici aree di interesse, ma impegni concreti per i quali sono stati messi sul piatto 1 milioni e 369mila euro. Oltre 40 i progetti di scambio, volontariato e formazione degli Youth Workers e più di 1.500 i partecipanti. Sono stati realizzati 129 partenariati, mentre sono 70 le associazioni dell’area del Mediterraneo accreditate (Tunisia, Giordania, Libano, Palestina, Israele, Egitto e Marocco): con questi numeri l’Agenzia Nazionale per i Giovani, parteciperà, il prossimo ottobre, al meeting delle Agenzie Nazionali Gioventù di Erasmus+ con l’obiettivo di capire come, il Programma Europeo Erasmus+, possa supportare l’accoglienza e l’integrazione dei rifugiati delle aree del Nord Africa e della zona del Mediterraneo.

«È nostro dovere, oggi più che mai, promuovere tra le nuove generazioni i valori della tolleranza, dell’accoglienza e della solidarietà, fornendo esempi e strumenti concreti. Al tempo stesso dobbiamo restituire all’Europa il ruolo di guida e maestra nella definizione di un mondo basato sui principi dell’integrazione e della libertà» dichiara Giacomo D’Arrigo, Dg dell’Agenzia Nazionale per i Giovani.

Da parte sua l’Agenzia ha da sempre favorito il processo di empowerment delle organizzazioni giovanili dell’area mediterranea e nel corso del 2014 e di quest’anno lo ha fatto anche supportando le stesse nella realizzazione di progetti si Servizio volontario europeo con l’obiettivo di coinvolgere i giovani in attività di promozione della solidarietà e di diffusione dei valori che aiutano a sviluppare la coesione nell’ambito di società sempre più frammentate. L’Agenzia nazionale giovani, dallo scorso anno, è tra le cinque agenzie nazionali del programma Erasmus+ che ha avviato il processo di accreditamento dei Paesi dell’area del Mediterraneo (EuroMed).

«Attraverso le attività che l’Agenzia promuove (dagli scambi culturali al Servizio volontario europeo, passando per specifiche attività di formazione) possiamo dare un contributo concreto per allontanare divergenze culturali e superare i conflitti. Continueremo quindi a lavorare affinché l’istruzione, la formazione e l’educazione non formale siano sempre più strumento fondamentale per la costruzione di un futuro di pace e coabitazione globale», conclude D’Arrigo.

Contenuti correlati