Chiesa

Un libro in dono a tutti i padri sinodali. Lo manda la "caritas lgbt"

2 Ottobre Ott 2015 1623 02 ottobre 2015

Alla vigilia del Sinodo sulla Famiglia esce il libro "Le strade dell'amore", che raccoglie richieste ed esperienze dei cattolici omosessuali. Il fondo di solidarietà Samaria - nato per sostenere progetti assistenziali in favore di persone omosessuali sole, anziane, malate - ne ha inviata una copia a tutti i padri sinodali italiani

  • ...
Bandiera Omosessualità SERGEI SUPINSKY:AFP:Getty Images
  • ...

Alla vigilia del Sinodo sulla Famiglia esce il libro "Le strade dell'amore", che raccoglie richieste ed esperienze dei cattolici omosessuali. Il fondo di solidarietà Samaria - nato per sostenere progetti assistenziali in favore di persone omosessuali sole, anziane, malate - ne ha inviata una copia a tutti i padri sinodali italiani

A poche ore dall’inizio del Sinodo dei Vescovi sulla Famiglia, esce il volume a più voci "Le strade dell’amore" sulla "Cura pastorale e giustizia sociale per le persone omosessuali e transessuali" (Edizioni le Piagge). Il volume s'inserisce nell’acceso dibattito su come accogliere concretamente le persone omosessuali e transessuali e le loro famiglie nella Chiesa cattolica e Samaria, l'associazione di solidarietà dei cristiani LGBT italiani ha voluto donarne una copia a tutti i padri sinodali italiani, come pure ai gruppi di cristiani omosessuali italiani che ne facciano a loro volta dono ai Vescovi e ai pastori delle loro Diocesi.


"Le strade dell’amore", raccoglie due saggi introduttivi di Gianni Geraci e Andrea Rubera, più otto contributi - tra cui gli interventi alla conferenza internazionale “Le strade dell’amore" (Roma, 3 ottobre 2014) – e due documenti di indirizzo pastorale, il primo inviato al Sinodo 2014 dal comitato organizzatore del 3° Forum Italiano Cristiani LGBT e il secondo elaborato da PADIS+ (Pastoral de la Diversidad Sexual), una pastorale cattolica inclusiva per e con le persone omosessuali nata all'interno del cammino ignaziano della Comunità di Vita Cristiana (Cvx) del Cile. L’obiettivo è «aiutare le comunità cattoliche ad essere, sempre più, un luogo di accoglienza, giustizia e uguaglianza nella diversità».

Gianni Geraci nel suo intervento ha scritto che «essere omosessuali è un kayros (una situazione in cui qualcosa di speciale può accadere). Essere omosessuali è una vocazione. Essere omosessuali è uno dei tanti doni che una persona può ricevere da Dio» e che «solo vedendo in volto una persona omosessuale si riescono a superare i pregiudizi che ci sono quando si parla di omosessualità. Solo ascoltandola si può cogliere il punto di vista particolare con cui è chiamata ad affrontare i problemi».

Al di là del libro, che cos’è Samaria? È un’associazione nata nel 2012 a Milano, in seno al gruppo Il Guado, poi registrata come APS nel marzo 2015, attualmente presieduta da Mauro Vaiani. È un fondo di solidarietà costituito «per sostenere, con processi trasparenti di auto-finanziamento dal basso, iniziative spirituali, culturali, sociali delle persone omosessuali cristiane in Italia, per il superamento della discriminazione nella società e nelle chiese». Quindi convegni, studi, ricerche? Sì, ma non solo. Samaria è «una struttura di organizzazione della carità lgbt d’ispirazione cristiana» e infatti contempla anche il sostegno di progetti assistenziali rivolti alle persone omosessuali, bisessuali e transessuali in Italia, in Europa e nel Mediterraneo che si trovano in situazioni di solitudine, bisogno, vecchiaia, malattia o difficoltà.

Foto di SERGEI SUPINSKY/AFP/Getty Images

Contenuti correlati