Prodotti Fairtrade Nastro
Fairtrade

"The power of you" la spesa sostenibile si fa conoscere

6 Ottobre Ott 2015 1707 06 ottobre 2015
  • ...

Torna dal 10 al 25 ottobre la campagna nazionale di promozione del commercio equo con agricoltori e consumatori responsabili. Il 14 ottobre a Expo si celebra il Fairtrade Day con la presenza della presidente di Fairtrade International, Marike De Pena

Due settimane, dal 10 al 25 ottobre, tanto durerà la campagna nazionale di promozione del commercio equo. Si tratta delle settimane del Fairtrade durante le quale l’iniziativa sarà ospitata da centinaia di supermercati, bar e punti vendita di tutta Italia l’iniziativa “The power of you – Dipende da te” grazie alla quale saranno realizzati incontri con il pubblico e iniziative speciali per contribuire a una spesa più sostenibile per l’uomo e per l’ambiente, garantita dal Marchio etico più diffuso al mondo.

Un video ambientato in Malawi (con sottotitoli in italiano) lancia l’iniziativa raccontando l’impatto sui produttori delle scelte di consumo di ciascuno di noi, scelte che cambiano la vita delle persone.

Otto i testimonial della campagna che hanno prestato gratuitamente la loro immagine accompagnata ad un messaggio forte di cambiamento per parlare di Fairtrade attraverso piccoli grandi slogan quotidiani (a fianco uno dei messaggi) come “Con la tua pausa caffè puoi cambiare il mondo” e “Il mondo ha bisogno di più persone come te”. Perché ciascuno di noi può essere protagonista del cambiamento.

Della narrazione sul “potere delle scelte” saranno testimoni anche due produttori agricoli, ospiti in questi giorni in Italia in occasione di alcuni incontri col pubblico. Francisco Ramon Rivera Gonzalez, presidente dalla cooperativa Pantasma del Nicaragua, racconterà come avviene la coltivazione del caffè all’ombra nelle comunità della regione montuosa di una riserva naturale a nord della città di Matagalpa. Inoltre Jocibel Belchior Bezerra presidente della cooperativa di noci di anacardio di Cocajupi, porterà la voce delle comunità del nord-est del Brasile. Qui i raccoglitori sono arrivati grazie a programmi di riforma agraria, ricollocamento o occupazioni di terre improduttive poi legalizzate.

Coltivano senza pesticidi e promuovono la fertilità del terreno, combattendo la siccità che ha colpito la zona. Da quando possono vendere attraverso il circuito del commercio equo, le cose per loro sono cambiate, anche grazie alla collaborazione con la Cooperativa Chico Mendes Modena.

La sfida a trovare dei metodi di produzione sostenibile sarà portata anche all’interno di Expo, dove per il 14 ottobre è previsto il Fairtrade Day, con la presenza della presidente di Fairtrade International, Marike De Pena, Ambassador del progetto W.E.-Women for Expo, e della Ceo Harriet Lamb. Il circuito Fairtrade è infatti uno dei partner della società civile in Expo.

Contenuti correlati