Scuola 9
Edilizia

Governo e architetti, insieme per la scuola del futuro

20 Ottobre Ott 2015 1109 20 ottobre 2015
  • ...

Una giornata di dibattiti e lavori per proseguire nella riflessione sul rinnovamento del patrimonio dell’edilizia scolastica perché. come ricorda Laura Galimberti, coordinatrice della Struttura di missione della Presidenza del Consiglio, «uno dei temi urgenti è quello della sostituzione degli edifici anni Sessanta-Settanta»

Oggi alla Casa dell’architettura di Roma, in piazza Manfredo Fanti, ci sarà il convegno “Idee in cantiere per la scuola del futuro”, organizzato dalla Struttura di missione per l’edilizia scolastica della Presidenza del Consiglio dei ministri e dal Dipartimento “Progetto sostenibile ed efficienza energetica” dell’Ordine degli architetti P.P.C. di Roma e Provincia.

Una giornata di dibattiti e lavori per proseguire nella riflessione sul rinnovamento del patrimonio dell’edilizia scolastica, mettendo insieme competenze diverse e complementari: dalle migliori esperienze di innovazione già in atto nelle Regioni e nei Comuni italiani, ai progetti di ricerca di Istituzioni ed Enti nazionali e internazionali, alla capacità progettuale degli architetti. I temi all’ordine del giorno sono le buone pratiche progettuali e normative, la riqualificazione energetica e la sostenibilità economica e ambientale degli edifici scolastici.

«In Italia abbiamo un patrimonio edilizio vetusto: uno dei temi urgenti è quello della sostituzione degli edifici anni Sessanta-Settanta», dichiara Laura Galimberti, coordinatrice della Struttura di missione della Presidenza del Consiglio. «Tuttavia non siamo all’anno zero: i programmi per il rinnovo degli edifici scolastici sono partiti grazie all’azione di questo Governo che sta imprimendo una forte accelerazione e i risultati si stanno già vedendo. Oggi poi, grazie ai 300 milioni di euro stanziati dall’Esecutivo per il progetto Scuole Innovative, all’azione di riqualificazione affianchiamo quella di realizzazione di nuovi Istituti: messa in sicurezza e avanguardia sono le direttrici del nostro lavoro».

«La riqualificazione energetica e l’innovazione tecnologica sono la sfida per la professione dell’architetto», dichiara Patrizia Colletta Presidente del Dipartimento Progetto sostenibile ed efficienza energetica e Consigliere dell’Ordine degli architetti P.P.C. di Roma e Provincia. «Sostenibilità ambientale, efficienza energetica, innovazione tecnologica e domotica, consumo zero delle risorse non rinnovabili, riuso e riciclo, oltre che innovative forme di partenariato pubblico-privato sono gli elementi per costruire questo grande cantiere per le scuole del futuro e per rilanciare il settore dell’edilizia e della professione».

Il programma e i temi
In apertura, interverranno Davide Faraone, Sottosegretario del Miur, Laura Galimberti (Struttura di missione per l’edilizia scolastica) e Patrizia Colletta, consigliere dell’Ordine degli architetti di Roma e Presidente del Dipartimento “Progetto sostenibile ed efficienza energetica”.

Durante la mattinata Samuele Borri (INDIRE) illustrerà buoni esempi di pratiche didattiche e lo stato dell’arte sulla normativa tecnica anche all’estero, Alberto Versace (Agenzia per la coesione territoriale) presenterà l’idea (e le sue declinazioni costruttive) “Dal banco alla nuvola, materiali per la progettazione di qualità della scuola”, Francesco Evangelisti (Comune di Bologna) illustrerà il concorso di architettura per 5 nuove scuole nel capoluogo emiliano. Tre interventi chiuderanno la sessione mattutina del convegno: Matteo Frate (Regione Sardegna) condividerà l’esperienza del progetto Iscol@, scuole di qualità per l’educazione e per i cittadini, Raffaella Valente (Fondazione Agnelli) esporrà un progetto di ricerca pedagogica e architettonica e la riqualificazione di due scuole a Torino, Leopoldo Freyrie, presidente del Consiglio nazionale degli architetti, concluderà con una carrellata sulle belle architetture in Italia.

Il pomeriggio sarà dedicato alla riqualificazione energetica e alla sostenibilità. Ricerche ed esperienze innovative saranno rese note da Lorenzo Bellicini (Cresme), Ilaria Bertini (Enea), Norbert Klammsteiner (Casaclima), Wittfrida Mitterer (Università di Innsbruck), Alessio Antonelli (Sindaco di Cascina) e Andrea Buzzetti (Comune di Montelupo Fiorentino).

Contenuti correlati