Villaggi Sos Guinea Orfani
Sos Villaggi dei Bambini

Fra 35 giorni Guinea "Ebola free", resta emergenza orfani

24 Novembre Nov 2015 1038 24 novembre 2015
  • ...

L'ultimo caso il 17 novembre. Con la fine del contagio Sos Villaggi dei Bambini non abbassa la guardia mantenendo le misure di prevenzione e sicurezza. Sostegno a 1200 bambini orfani.

Anche la Guinea sta per essere dichiarata “Ebola free”. È infatti del 17 novembre la notizia della guarigione dell'ultima paziente di Ebola in Guinea (una bambina di tre settimane nata da una madre infetta). Il Paese potrà essere considerato libero dall’Ebola se non saranno segnalati nuovi casi nei prossimi 35 giorni. Sos Villaggi dei Bambini ha già avviato, nel Paese, un programma di assistenza alle vittime nelle aree di Conakry, Coyah, Forécariah e Nzérékoré e sta dando sostegno a 1.200 bambini orfani.

Oltre al supporto psicologico, vengono garantiti cibo, cure e istruzione. «L’obiettivo è ora quello di accogliere i bambini, le cui famiglie sono state vittime dell’Ebola, nei nostri Villaggi Sos. Il nostro Programma di Emergenza, con la fine del contagio, continuerà e si concentrerà sull’assistenza e sul sostegno all’infanzia, nel lungo periodo, come sempre. La nostra politica di prevenzione continuerà ma la vera emergenza, ora, sono i bambini e ragazzi privi di cure», racconta il responsabile area programmi Sos in Guinea.

L’Oms ha già annunciato la fine del contagio in Liberia dove Sos Villaggi dei Bambini non ha mai interrotto, nemmeno qui, i Programmi Sos contro il virus: «Non abbiamo mai ridotto le nostre misure di prevenzione e le altre procedure di sicurezza, anche quando il paese è stato dichiarato libero dall’Ebola. Fino a quando la presenza del virus si farà sentire all'interno nel nostro Paese, in Sierra Leone, in Guinea e in Costa d'Avorio non potremo abbassare la guardia. Ma siamo fiduciosi. I Programmi Sos contro l’ebola sono più avanzati ed efficaci di quelli predisposti nel 2014. Tutte le squadre di intervento sono ancora sul posto: il Ministero della salute, l'Oms e le altre organizzazioni sono ancora impegnate nell’emergenza. Il personale è ben addestrato e più organizzato nel distribuire materiale e offrire aiuto. Sos Villaggi dei Bambini in Liberia è forte ed è pronta ad affrontare qualsiasi evenienza per garantire la sicurezza del personale e dei bambini. Siamo un partner governativo affidabile ed esperto, l’abbiamo dimostrato», racconta George Kordahi, direttore nazionale di Sos Villaggi dei Bambini Liberia.

Contenuti correlati