Venezia
Bando

VideomakArs, per ridisegnare Venezia fra scienza e arte

15 Gennaio Gen 2016 1645 15 gennaio 2016
  • ...

C'è tempo fino al 19 febbraio per partecipare al concorso per creativi under 30. Tre premi economici, formazione e la possibilità di diventare i registi della Venezia del futuro grazie a Università Ca’ Foscari Venezia e Fondazione Italiana Accenture

È attivo fino al prossimo 19 febbraio il concorso VideomakArs – Venice Edition, promosso da Università Ca’ Foscari e Fondazione Italiana Accenture con il patrocinio del Comune di Venezia. Saranno premiati i 3 migliori progetti video proposti da giovani under 30 capaci di raccontare come arte, scienza e tecnologia possano convivere in modo innovativo per raccontare alcuni luoghi chiave della città di Venezia e contribuire al suo rilancio competitivo.

Obiettivo del concorso è quello di sviluppare una riflessione su una città, Venezia per secoli un centro di innovazione per l’intera Europa e che ancora oggi conserva i tratti di quella cultura e che vuole ripensarsi valorizzando il patrimonio tecnologico, economico e culturale. I progetti video della durata di 3 minuti dovranno raccontare alcuni luoghi della città, che nella storia passata e più recente hanno rappresentato il cuore pulsante dello sviluppo tecnologico e innovativo della città: Porto Marghera – Vega, Arsenale Nord e San Basilio

In particolare il concorso mira a fornire competenze e skills ai giovani partecipanti perché possano fare della creatività artistica una concreta opportunità per il proprio futuro: “videomakArs” prevede infatti un percorso di e-learning propedeutico per tutti i partecipanti, un workshop formativo di due giornate per i 10 finalisti, e un “virtual incubator” di 30 ore per i 3 vincitori, con l’obiettivo di supportarli e accompagnarli nella realizzazione del proprio progetto video. Inoltre, per i tre vincitori selezionati, sono previsti tre premi del valore di 3.000 euro l’uno messi in palio da Fondazione Italiana Accenture.

Il concorso “VideomakArs” è ospitato sulla piattaforma digitale per l’innovazione sociale di Fondazione Italiana Accenture, ideaTRE60, dove è possibile: consultare il bando e partecipare, effettuare il percorso di e-learning. Sempre attraverso la piattaforma, saranno gestite in totale trasparenza le fasi di votazione della giuria.
Una volta conclusa la fase di invio delle proposte (19 febbraio), accanto alla votazione della giuria composta da esperti del settore, è prevista la votazione da parte della giuria di Radio Ca’ Foscari: il più votato accederà di diritto alla fase finale, vincendo la partecipazione al workshop formativo riservato ai finalisti e la possibilità di concorrere alla vittoria finale.

In occasione della presentazione il rettore dell’Università Ca’ Foscari Venezia, Michele Bugliesi ha sottolineato come «visione del futuro, sintesi tra arte e tecnologia, tra scienza cultura e ambiente: su questi pilastri l’università contribuisce al rilancio di Venezia, creando le basi per un nuovo sviluppo della città. San Basilio, Arsenale e Porto Marghera sono i tre luoghi chiave di questa sfida. Partendo dalla sua storia e dai suoi luoghi Venezia diventa fabbrica di idee e di innovazione, attraverso la visione e l'arte di giovani creativi: un punto di partenza per ripensare la città, e realizzare nuovi progetti e opportunità».
«Vogliamo dare spazio alla creatività dei giovani valorizzandone energie, idee e talenti, ma soprattutto creare dei percorsi formativi innovativi e competitivi che facilitino il loro ingresso nel mondo del lavoro» ha sottolineato Anna Puccio Segretario Generale di Fondazione Italiana Accenture.

Contenuti correlati