Volontari Lega Del Filo D'oro
Lega del Filo d'Oro

Non lascio ma raddoppio, la nuova campagna sms

25 Gennaio Gen 2016 1111 25 gennaio 2016
  • ...

Raccogliere fondi per l'Area sanitaria del nuovo Centro nazionale di Osimo e così sostenere e aiutare i sordociechi pluriminorati sensoriali è l'obiettivo della nuova iniziativa di raccolta fondi attiva fino al 13 febbraio al numero 45504. Accanto a Renzo Arbore Neri Marcorè

“Non lascio ma raddoppio” questo il titolo e il messaggio della campagna della Lega del Filo d’Oro, in corso fino al 13 febbraio. Un’iniziativa di raccolta fondi finalizzata alla costruzione dell’Area Sanitaria del nuovo centro nazionale di Osimo: una struttura d’avanguardia in Europa per l’assistenza, la cura e la riabilitazione delle persone sordocieche. Con il Nuovo Centro Nazionale la Lega del Filo d’Oro incrementerà i posti letto per i ricoveri a tempo pieno, che passeranno da 56 a 80 (+43%), e quelli per la degenza diurna che arriveranno a 20 (con un aumento del 33%). Saranno, inoltre, raddoppiati i posti del centro diagnostico (da 4 a 8) e, di conseguenza, dimezzati i tempi di attesa per la valutazione iniziale.

«Il nuovo Centro Nazionale rappresenta il più importante progetto negli oltre 50 anni di storia della Lega del Filo d’Oro, un progetto innovativo sotto il profilo tecnico e frutto dell’esperienza di tanti anni di attività a favore delle persone sordocieche», afferma Rossano Bartoli Segretario Generale della Lega del Filo d’Oro. «Con i fondi raccolti dalla campagna potremo proseguire i lavori per la realizzazione della nuova Area Sanitaria del Centro per migliorare così la qualità dei servizi offerti e velocizzare i tempi di attesa per il ricovero e la riabilitazione delle persone sordocieche».

Fino al 13 febbraio per sostenere la campagna si può inviare un sms solidale o chiamare da rete fissa al numero 45504.

I casi di sordocecità in Italia sono molto più diffusi di quanto si pensi e in costante aumento. Inoltre, nella maggior parte dei casi, la mancanza di vista e/o udito è accompagnata da disabilità intellettive e motorie. E se da un lato i casi di persone che presentano minorazioni sensoriali sono più gravi rispetto al passato, dall’altro lato le persone con queste problematiche hanno un’aspettativa di vita maggiore e sopravvivono ai genitori. Per questo oggi le richieste di accoglienza e assistenza specialistica sono in crescita. La Lega del Filo d’Oro, per ogni ospite, elabora una terapia riabilitativa personalizzata per permettere di stabilire relazioni col mondo e recuperare, quanto più possibile, una dimensione fatta di dignità e autonomia.

L'immagine della campagna

Non solo raddoppiano gli impegni della Lega del Filo d’Oro a favore dei sordociechi, ma raddoppiano anche i testimonial: accanto a Renzo Arbore, storico volto dell’associazione, si aggiunge anche Neri Marcorè. «Io non ho realizzato una famiglia e sento un po’ come mia questa della Lega del Filo d’Oro e i suoi ospiti. Credo che visitare una delle sedi della “Lega” faccia bene perché ti apre il cuore e capisci che sei stato fortunato e non puoi più lamentarti delle piccole cose che ti capitano nella vita. Per promuovere il sostegno ho chiamato accanto a me l’attore Neri Marcorè per raddoppiare il nostro impegno per le persone sordocieche», racconta Renzo Arbore.

«Conosco la Lega del Filo d’Oro da quando ero bambino», spiega Neri Marcorè. «La sua sede principale si trova ad Osimo, vicino a dove sono nato. Qui oggi è in costruzione un nuovo Centro per accogliere ed aiutare sempre più persone. Invito tutti a sostenere questo progetto. Chiunque lo farà, è un grande!».

Fino al 13 febbraio al numero 45504 si potranno donare 2 euro per ciascun sms inviato da cellulari Tim, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce e Tiscali e per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Vodafone e TWT e di 2 e 5 euro per ciascuna chiamata fatta sempre al 45504 da rete fissa Telecom Italia, Infostrada, Fastweb e Tiscali.

In occasione della campagna anche all’interno della grande mostra Videos, radios, cianfrusaglies “Lasciate ogni tristezza voi ch’entrate”– organizzata negli spazi espositivi della Pelanda al Macro di Roma - e dedicata a Renzo Arbore e ai 50 anni della sua straordinaria attività, sarà possibile sostenere i progetti della Lega del Filo d’Oro.

Nel bookshop della mostra infatti viene proposta al pubblico un’ampia scelta di oggetti ispirati al colorato universo iconografico di Arbore: in particolare la sua collezione di originali e coloratissime cravatte che sarà possibile acquistare per sostenere la Lega del Filo d’Oro.

Le 100 cravatte, che fanno parte della collezione privata di Arbore, sono disponibili a fronte di una donazione: anche i proventi di questa raccolta fondi serviranno per la realizzazione dell’Area Sanitaria del nuovo Centro Nazionale ad Osimo, per poter continuare così a garantire cura e assistenza a bambini ed adulti che non possono vedere e sentire e vivono costantemente immersi in un buio silenzioso.

Panoramica del book shop con la collezione di cravatte di Renzo Arbore

Contenuti correlati