Auschwitz
Giorno della memoria

A Birkenau, Auschwitz e Cracovia 1200 studenti provenienti da otto Regioni italiane

26 Gennaio Gen 2016 2253 26 gennaio 2016
  • ...

L'iniziativa si chiama Promemoria Auschwitz ed è promossa per il terzo anno consecutivo dalle associazioni Deina e Arci. "Non è passato, è memoria. Anche perché nuove discriminazioni colpiscono oggi le fasce più deboli della società""

Un viaggio nella storia e nella memoria per accompagnare le giovani generazioni alla comprensione del presente. Questo l’obiettivo del progetto Promemoria_Auschwitz. In questa terza edizione, promossa dall’associazione Deina e dall’Arci, più di 1200 giovani, fra i 16 e i 18 anni, provenienti da otto regioni italiane, parteciperanno a un percorso di educazione alla cittadinanza, che vede il suo momento più importante nel viaggio in treno che li porterà a Cracovia e agli ex lager di Auschwitz e Birkenau.

Quest’anno i viaggi saranno due, per far fronte alle numerosissime richieste di partecipazione giunte agli organizzatori. Il primo treno partirà dal Brennero il 4 febbraio e farà ritorno il 10, il secondo il 12 per tornare il 18. I viaggi saranno preceduti da numerosi incontri di formazione, volti ad approfondire il contesto storico della seconda guerra mondiale e delle deportazioni. Questi incontri, gestiti da esperti, saranno anche un’occasione per i partecipanti per iniziare a conoscersi, per condividere opinioni e punti di vista, gettando le basi di quel percorso di crescita comune che si compirà nel corso del viaggio.

A Cracovia i ragazzi visiteranno alcuni dei luoghi fondamentali per ripercorrere quel periodo storico: l’ex ghetto ebraico, la fabbrica-museo dedicata alla vita di Oskar Schindler e all’occupazione nazista della città, il quartiere ebraico di Kazimierz. Una giornata sarà invece dedicata alla visita agli ex lager di Auschwitz e Birkenau, dove persero la vita più di un milione di persone.

Nel corso del viaggio i giovani scriveranno le loro impressioni, si confronteranno tra loro e con esperti, vedranno film e spettacoli teatrali, parteciperanno a una assemblea finale dove si confronteranno su temi d’attualità e rifletteranno sul loro ruolo di cittadini oggi. Al ritorno dal viaggio, saranno organizzati momenti di restituzione alla cittadinanza, per condividere impressioni e riflessioni. Il progetto è realizzato in collaborazione e con il sostegno di molti enti che si occupano di storia, di memoria e di formazione. Ha il patrocinio del Senato e di numerosi enti pubblici. In occasione della ricorrenza del 27 gennaio, Arci promuove numerose azioni sul territorio nazionale dal titolo "Non è passato, è memoria".

Contenuti correlati