UBI BANCA
Credito

Ubi Comunità per il Policlinico Gemelli. Nuovo Social Bond

12 Febbraio Feb 2016 1316 12 febbraio 2016
  • ...

Parte dell’importo collocato andrà a beneficio della realizzazione, in collaborazione con MediCinema, della prima sala cinematografica realizzata in un ospedale. Si stima che il progetto produrrà circa 4,38 euro di benefici sociali per ogni euro investito

È dedicata alla Fondazione Policlinico Gemelli la nuova emissione di Social Bond di Ubi Banca. Il prestito obbligazionario “solidale” per un ammontare complessivo di 20 milioni di euro denominato “Ubi Comunità per Fondazione A. Gemelli” sarà destinato al sostegno della ricerca scientifica sulla terapia di sollievo e alla realizzazione della prima sala cinematografica (di 130 posti) all’interno di una struttura ospedaliera, dedicata alla cura psico-fisica dei malati. La sala MediCinema potrà ospitare pazienti adulti e minori del Gemelli ricoverati e in terapia post ricovero, disabili o persone fruitrici di programmi di assistenza e di supporto psicologico e i loro familiari.

Sarà anche avviato in contemporanea uno studio clinico che mira a dimostrare come l’utilizzo del cinema come elemento di distrazione possa diventare anche terapeutico, alleviando la sofferenza fisica e mentale in affiancamento alla tradizionale terapia medica. I risultati raggiunti, anche in termini di impatto sociale, saranno rendicontati applicando la metodologia di calcolo dello Sroi (Social return on investment).

Le obbligazioni, emesse da Ubi Banca, hanno taglio minimo di sottoscrizione pari a 1.000 euro, durata 3 anni, cedola semestrale, tasso annuo lordo pari al 0,80% e possono essere sottoscritte dal 12 febbraio al 31 marzo 2016, salvo chiusura anticipata o estensione del periodo di offerta.
Ubi Banca devolverà alla Fondazione un contributo pari allo 0,50% del valore nominale delle obbligazioni sottoscritte. Il contributo complessivamente devoluto alla Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli, a titolo di liberalità, può arrivare fino a 100.000 euro in caso di sottoscrizione dell’intero ammontare nominale delle obbligazioni oggetto dell’offerta.

«I risultati raggiunti e l’interesse che continuiamo a riscontrare da parte dei nostri clienti , investitori e delle organizzazioni non profit confermano sia la bontà e l’efficacia dei social bond sia il posizionamento di Ubi Banca come partner di riferimento del Terzo settore», sostiene Rossella Leidi, Chief Business Officer di Ubi Banca. «Abbiamo deciso di supportare la Fondazione del Policlinico Gemelli e di MediCinema con l’emissione di questo nuovo Social Bond perché in questo progetto vediamo un esempio concreto di innovazione sociale e di nuovo approccio al welfare che potrà dare concreti vantaggi non solo ai malati e alle loro famiglie, ma anche agli staff medici».

Nel caso del progetto con Fondazione Policlinico A. Gemelli è stato stimato ex ante che ogni euro investito a sostegno del progetto produrrà circa 4,38 euro di benefici sociali a favore dei malati e delle loro famiglie, grazie ai fenomeni positivi correlati al programma, quali la riduzione dei tempi di degenza in ospedale e il miglioramento dell’uso dei farmaci, oltre alla riduzione della percezione del dolore e dello stress psico-fisico dovuto sia alla degenza clinica che alle terapie in day-hospital.

Una sala Medicinema

«Il sostegno di Ubi Banca al nostro progetto di dare sollievo ai degenti del Gemelli anche grazie alla “cinematerapia” ci inorgoglisce», afferma Enrico Zampedri, Direttore Generale della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma. «Un altro partner importante si unisce e rafforza la squadra per vincere la sfida di realizzare la prima vera sala cinematografica dentro un ospedale italiano, affiancandosi a Disney Italia, a Rai Cinema e a tantissime persone che stanno dando il proprio contributo. L’unione fa la forza, una forza buona per il bene di chi si trova a vivere in ospedale l’esperienza della malattia. Il nostro auspicio è che questa proficua collaborazione con Ubi Banca possa consolidarsi e proseguire nel tempo».

I beneficiari diretti calcolati sono 750 in un anno, di cui 450 pazienti adulti ricoverati in reparti neurologici/oncologici e 180 pazienti minori ricoverati in reparti neurologici, oltre a 120 cittadini non degenti che potranno accedere ai programmi offerti presso la struttura ospedaliera, innovando il concetto di “ospedale aperto” alla cittadinanza.

«Con questa importante iniziativa sarà raggiunto uno dei principali e più rilevanti obiettivi della nostra associazione: dare rilievo scientifico ai risultati che concretamente riscontriamo nei pazienti che hanno accesso al programma MediCinema negli ospedali» dichiara Fulvia Salvi, presidente di MediCinema Italia Onlus. «La partnership con il Policlinico Gemelli, con la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e con Ubi Banca ci permetterà di contribuire alla diffusione della conoscenza e alla pratica della terapia di sollievo anche a livello internazionale. L’attività di ricerca è parte integrante del programma e il Policlinico Universitario il contesto ideale per svilupparla e farla crescere nel tempo, anche grazie al fondamentale sostegno di Ubi Banca».

Ubi Banca sarà a fianco della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli anche per la campagna di raccolta fondi. Sarà possibile sostenere il progetto effettuando una donazione tramite bonifico bancario sul conto corrente di Banca Popolare di Bergamo - IBAN IT66B0542803200000000009601 attraverso l’Internet Banking Qui Ubi (funzione “Bonifici solidarietà”) o nelle filiali delle Banche del Gruppo Ubi Banca con esenzione delle commissioni per clienti e non clienti. Ubi Banca mette a disposizione anche UBI Pay, l’innovativa app del circuito Jiffy con cui è possibile donare tramite smartphone utilizzando il numero +39 342 9927673.

Contenuti correlati