BCC Sede
Nomine

Leonardo Rubattu è il nuovo Direttore Generale di Iccrea Holding

29 Febbraio Feb 2016 1110 29 febbraio 2016
  • ...

Già Direttore Generale di Iccrea Banca, Rubattu sostituisce Roberto Mazzotti, direttore dal 2008. «Un scelta volta a consolidare il proprio ruolo accanto alle BCC e in Europa», sottolinea il presidente Giulio Magagni

Leonardo Rubattu

Leonardo Rubattu è il nuovo Direttore Generale di Iccrea Holding, la capogruppo del Gruppo bancario Iccrea. Lo ha comunicato il Consiglio di Amministrazione della Società al termine dell’ultima riunione, specificando come Rubattu manterrà ad interim la direzione generale di Iccrea Banca. «Con la scelta di Leonardo Rubattu, che diventa così il più giovane Direttore Generale nella storia della capogruppo», ha detto Giulio Magagni, Presidente di Iccrea Holding, «il Gruppo bancario Iccrea si appresta ad affrontare i nuovi contesti normativi, tecnologici e competitivi che caratterizzeranno l’industria bancaria europea». Leonardo Rubattu, 46 anni, è entrato nel Gruppo Iccrea nel settembre 2008. Nel suo ruolo di Vice Direttore Generale di Iccrea Holding, da gennaio 2009 a marzo 2011, è stato responsabile della Funzione Mercato, area della Capogruppo dedicata alla definizione del sistema di offerta del Gruppo e al coordinamento delle iniziative commerciali, nonché dei principali progetti strategici di Gruppo.

Dopo un anno di esperienza nel CdA di Iccrea Banca, a marzo 2011 ne è stato nominato Direttore Generale e ha avviato un profondo riposizionamento strategico, organizzativo e culturale attraverso la revisione sia del modello di servizio sia del modello di business dell’Istituto Centrale. Nei 5 anni alla guida dell’Istituto Centrale, caratterizzati dal persistere di una profonda crisi, oltre ad assicurare un supporto fondamentale al sistema delle BCC e al Gruppo bancario, Iccrea Banca ha generato utili cumulati superiori a 200 mln e assicurato un rendimento sul capitale superiore al 16%.

Oltre alla Direzione Generale di Iccrea Banca, in questi 5 anni Rubattu ha ricoperto posizioni di Amministratore in BCC Credito Consumo (che ha contribuito a creare nel 2010), Iccrea BancaImpresa, Hi-MTF e Satispay.

Laureato in Economia Aziendale alla Bocconi di Milano, ha frequentato il Master in Economia Internazionale presso HEC (Ecole des Hautes Etudes Commerciales) in Francia e ha conseguito il diploma europeo di analista finanziario presso la Scuola Superiore di Specializzazione per Analisti Finanziari di Parigi. Prima di entrare a far parte del Gruppo bancario Iccrea, Rubattu, ha lavorato per 10 anni a Londra, dove ha coperto ruoli di responsabilità nella divisione mercati azionari di importanti banche internazionali quali Société Générale, Fox-Pitt, Kelton, Bear, Stearns International Limited e Morgan Stanley Dean Witter. Durante i 10 anni a Londra, si è occupato in particolare di analisi strategica e fondamentale nel settore bancario europeo a beneficio degli investitori istituzionali, di operazioni di M&A tra istituzioni finanziarie e consulenza al top management delle banche su materie di rilevanza strategica.

Nei 6 anni precedenti, Rubattu aveva lavorato a Parigi, presso la Société Générale dove aveva ricoperto vari ruoli tra cui quello di analista azionario con diretta responsabilità sul settore bancario italiano e area manager per l’Italia presso la Direzione Affari Internazionali del Gruppo francese.

Oltre alle sue competenze ed esperienze in ambito bancario e finanziario, Rubattu è anche particolarmente attivo nelle iniziative legate al terzo settore e, più in dettaglio, in quelle di volontariato. È un grande appassionato di rugby, sport che continua a praticare.

Sposato, 5 figli, è bilingue in francese e parla correntemente inglese. Il Consiglio di Amministrazione di Iccrea Holding, inoltre, ha espresso parole di forte ringraziamento a Roberto Mazzotti, che ha raggiunto l’età pensionabile, dopo essere stato Direttore Generale di Iccrea Holding dal 2008 e aver raggiunto importanti risultati tra cui il buon posizionamento della Società nelle classifiche post A.Q.R. del 2015.

Contenuti correlati