No slot

Il Movimento no slot sbarca a Termoli

10 Aprile Apr 2016 2008 10 aprile 2016

Formalizzata la nascita del Coordinamento molisano del Movimento no slot. Il Consigliere Regionale Carmelo Parpiglia, relatore del PdL di Dicembre 2012, mai approvato dalla regione Molise, si è impegnato ad ottenere l’approvazione della proposta di legge entro 2 mesi.

  • ...
Movimento No Slot Termoli
  • ...

Formalizzata la nascita del Coordinamento molisano del Movimento no slot. Il Consigliere Regionale Carmelo Parpiglia, relatore del PdL di Dicembre 2012, mai approvato dalla regione Molise, si è impegnato ad ottenere l’approvazione della proposta di legge entro 2 mesi.

Una giornata particolare 9 aprile 2016… una ondata di energia mostrata dagli studenti delle scuole superiori di Termoli. Oltre 200 ragazzi, ieri il Cinema Sant’Antonio è stato teatro di un interessante incontro dal titolo “Azzardo: non chiamatelo gioco”, con Simone Feder.

L’incontro di ieri ha visto la partecipazione attiva di tanti ragazzi sugli argomenti trattati che, per la prima volta, sono stati chiamati per aiutare le generazioni che li hanno preceduti. È stato chiaro Feder a esporre la drammaticità sociale raccontando, con le sue esperienze dirette come psicologo e coordinatore dell'Area Giovani e dipendenze della comunità Casa del Giovane di Pavia, di casi in cui sono i figli che portano il padre in cura. Dice Feder ai giovani: “oramai i grandi li abbiamo persi”. Questa frase risuona nella mia mente e ne colgo il significato profondo.

Il nostro silenzio, il nostro non aver usato gli strumenti della disobbedienza civile, il nostro non aver usato la funzione di stake holder per tutelare i soggetti sensibili a rischio “azzardopatia”… stanno tradendo le generazioni future.

Ora è il momento di sostenere i nostri ragazzi e cambiare insieme tendenze che ci vedono accettare passivamente il rischio dell’azzardo.

Noi del Movimento No SLOT pensiamo che il cambiamento debba passare attraverso una rete di soggetti (studenti, cittadini, enti pubblici) che insieme sensibilizzino il territorio sulle reali criticità dell’”azzardopatia” e che insieme riescano a mettere in atto iniziative che siano un freno a questo fenomeno.

Un esempio virtuoso è il NO SLOT di Anacapri nel quale i cittadini, con un referendum, hanno dichiarato di non volere slot machine nel loro territorio comunale.

È importante prendere una posizione chiara ed indipendente contro il rischio da ludopatia anche da parte di un certo tipo di stampa: su queste tematiche di sicurezza sociale non si può essere neutrali.

Ieri è partita un ondata d’interesse da parte dei nostri giovani ed è nostro impegno costruire insieme un futuro più sicuro. Il Consigliere Regionale Carmelo Parpiglia, relatore del PdL di Dicembre 2012, mai approvato dalla regione Molise, si è impegnato ad ottenere l’approvazione della proposta di legge entro 2 mesi.

Si vuole costruire, con la forza del dialogo, lo zoccolo duro per la battaglia contro l’azzardo. È un movimento che parte dal basso. L’incontro di ieri è stato un successo. Lo dimostra, oltre l’attiva partecipazione, la coerenza degl’interventi dei ragazzi .

È stato formalizzato il coordinamento del “Movimento No Slot” in Molise al quale hanno aderito con una “Lettera d’Impegno” Agostino Vinciguerra e Antonio Giuditta.

Contenuti correlati