I numeri

5 per mille, Anpas un successo dai dati aggregati

14 Aprile Apr 2016 1747 14 aprile 2016

Terzo posto per numero di firme e quarto per importi. Le Pubbliche assistenze fanno i conti: più 1,5 milioni di euro rispetto all’edizione precedente. E anche 2mila firme nuove conquistate

  • ...
Anpas Volontariato Affidamento Servizi Anpas
  • ...

Terzo posto per numero di firme e quarto per importi. Le Pubbliche assistenze fanno i conti: più 1,5 milioni di euro rispetto all’edizione precedente. E anche 2mila firme nuove conquistate

Oltre 267mila italiani, nel 2014 hanno dato fiducia a 697 pubbliche assistenze Anpas. Queste firme al 5 per mille hanno assicurato quasi sette milioni di euro complessivi di importi. Quest'anno il movimento delle pubbliche assistenze Anpas è al terzo posto (dato aggregato) per numero di scelte e al quarto posto per importi concessi.

Da registrare un incremento significativo rispetto al dato ottenuto lo scorso anno: +1.5 milioni di euro, pari a +26,7%; 2mila scelte in più (pari ad un incremento dello 0,7%); 27 pubbliche assistenze in più iscritte (pari ad un aumento del 4%). Un incremento reso possibile anche grazie alle richieste fatte da Anpas (in occasione della manifestazione Fermi tutti del 2 aprile 2014) e da tutto il Terzo Settore per un 5 per mille reale senza tetto massimo, di fatto eliminato dalla legge di stabilità 2015 con uno stanziamento di 500 milioni annui: questo spiega anche la crescita degli importi, proporzionalmente molto maggiore rispetto a quello delle firme. Emilia Romagna, Toscana, Lombardia, Trentino Alto Adige, Marche, Piemonte e Liguria le regioni con il maggior numero persone che hanno scelto di dar fiducia alle pubbliche assistenze Anpas.

Rispetto allo scorso anno sono notevolmente aumentate le scelte per le pubbliche assistenze di Abruzzo, Lazio e Basilicata.

Cosa finanzia il 5 per mille dato alle pubbliche assistenze Anpas? Ambulanze nuove, allestimenti, defibrillatori, idrovore, corsi di formazione di primo soccorso: i fondi raccolti dalle donazioni del cinque per mille vengono investiti dalle pubbliche assistenze in beni e materiali che vengono poi utilizzati per migliorare i servizi, per rinnovare mezzi e per innovare attività e organizzazione. «Un dato significativo che anche nel 2014 ha riconosciuto lo storico radicamento territoriale delle nostre pubbliche assistenze e di un movimento che da oltre centodieci anni è vicino ai bisogni delle persone e delle comunità», ha dichiarato Fabrizio Pregliasco, presidente Anpas. «Interessante è notare che, anche grazie alle nostre manifestazioni, l’eliminazione del tetto al 5 per mille ha incrementato le sottoscrizioni soprattutto per il volontariato: 332 milioni sono andati al volontariato, rispetto ai 264 dello scorso anno, con un incremento del 25,9% dei fondi».

Contenuti correlati