Fondazione Ant
Fondazione Ant

Grazie al sms solidale 3mila giornate di assistenza in più

21 Aprile Apr 2016 1819 21 aprile 2016
  • ...

Dal 25 gennaio al 6 febbraio il numero solidale ha raccolto 100mila euro. Con questi fondi le équipe della Fondazione possono portare più aiuto, per esempio, nella Terra dei Fuochi, centrando l'obiettivo della campagna

Obiettivo centrato! Sono oltre 3mila le giornate di assistenza medica, domiciliare e gratuita ai malati di tumore in più. E tutto grazie al numero solidale 45507 che dal 25 gennaio al 6 febbraio scorsi ha raccolto circa 100mila euro a favore di Fondazione Ant. Grazie ai fondi raccolti ci potranno essere più giornate rispetto a quelle di norma eroga la onlus nata a Bologna nel 1978. Da oltre trent’anni, infatti, Ant offre infatti gratuitamente ai malati di tumore un servizio specialistico domiciliare: niente corsie di ospedale, ma il salotto di casa propria come luogo di cura e un’assistenza medico-sanitaria di alto livello costruita a misura di paziente.

«Con questi fondi raccolti grazie alla generosità degli italiani portiamo aiuto e sollievo nelle terre più martoriate dell'Italia, dove l'intervento pubblico da solo non è sufficiente, come ad esempio la Terra dei Fuochi, sperando che questo esempio di solidarietà possa essere da stimolo per una integrazione più propositiva tra pubblico e privato sociale», ha commentato Raffaella Pannuti, presidente di Ant.

Portare le cure tra le mura di casa, questa la caratteristica dell'assistenza domicialiare con équipe specializzate di medici e infermieri della Fondazione

Considerato un costo medio per una giornata di assistenza domiciliare Ant di circa 30 euro, i 100mila euro raccolti durante il periodo di attivazione del numero solidale hanno permesso a Fondazione Ant di garantire le oltre 3mila giornate di cure domiciliari in più che si era prefissata, ampliando sensibilmente il proprio raggio d’azione. La raccolta fondi ha avuto anche il supporto del Segretariato Sociale Rai e nell’ultima settimana di gennaio Ant è stata presente nei palinsesti televisivi e radiofonici Rai.

Medici, infermieri e psicologi di Fondazione Ant, organizzati in 20 équipe multidisciplinari diffuse in 10 regioni italiane, portano a casa di 4mila pazienti ogni giorno - 365 giorni l’anno, 24 ore su 24 - ogni tipo di sostegno sanitario: terapie di supporto, infusionali endovena o sottocutanee, gestione della nutrizione parenterale ed enterale, paracentesi, gestione ossigenoterapia, terapia del dolore, cure palliative; visite infermieristiche con esecuzione di prelievi ematici e di liquidi biologici, medicazioni semplici e complesse (ferite, lesioni da pressione, ulcere neoplastiche, vascolari, post-attiniche) gestione di ausili (CVC, Port a cath, PICC, catetere vescicale, stomie, pompe), gestione dell’alvo, educazione del caregiver; visite psicologiche con colloqui di supporto al malato e alla famiglia durante l’assistenza, e colloqui alla famiglia per l’elaborazione del lutto. Il tipo di aiuto proposto viene calibrato sulle esigenze e sulle richieste delle persone assistite, e può variare dalla consulenza a un supporto più strutturato e continuativo sia individuale sia di gruppo, fino agli interventi psicoterapeutici.

Contenuti correlati