C Day Novartis 2016 OK
Buone Prassi

C-Day Novartis: il racconto di un giorno di solidarietà

3 Maggio Mag 2016 1054 03 maggio 2016
  • ...

Indossate le magliette d'ordinanza e guanti da lavoro circa 200 dipendenti e collaboratori Novartis hanno trascorso una giornata lontano da mail e pc dedicandosi come volontari a quattro associazioni: Avsi, Fondazione Renato Piatti onlus, Legambiente e Sos Villaggi dei Bambini. Un'esperienza giunta alla ventesima edizione e che è sempre un successo

Per un giorno niente computer, mail, riunioni. Anche l’abbigliamento non ha previsto giacche, cravatte, tallieur e tacchi, ma comodi abiti da lavoro, tute per dipingere e una maglietta per sentirsi ancor più comunità. Giovedì 28 aprile è stata per circa 200 dipendenti di Novartis Italia una giornata speciale, dedicata al volontariato. Stiamo parlando del Community Partnerhip Day che quest’anno aveva un motivo in più per essere speciale. Quello che si è tenuta è stata infatti la ventesima edizione e non a caso il titolo scelto è stato “Venti di Solidarietà”.

A Milano uno dei luoghi in cui i dipendenti Novartis si sono ritrovati è stato il parco dell’Op Paolo Pini, in zona Comasina a Milano. Una giornata di volontariato con Legambiente e l’associazione il Giardino degli Aromi. Per tutta la mattinata, divisi in piccoli gruppi si sono ripulite e piantumate le aiuole del giardino davanti all’Hospice Tulipano. Un lavoro importante per i pazienti che dal loro letto potranno vedere i fiori colorati messi a dimora nelle aiuole. Altri gruppetti invece si sono occupati dei polloni, ripulendo gli alberi, separando le foglie dai rami dei polloni stessi: le foglie serviranno per realizzare compost mentre i rami saranno utilizzati per costruire recinzioni naturali alle aiuole e agli spazi degli orti dell’ampio parco. Guidati dalle esperte dell’associazione altri gruppi hanno tagliato i fiori di sambuco che serviranno per i prodotti naturali realizzati dall’associazione stessa, non è poi mancato un gruppo che armato di vanghe e badili ha preparato un nuovo appezzamento da destinare a orto.
Per chi ha lavorato alle aiuole dell’Hospice una spinta in più è stata la consapevolezza della finalità del loro lavoro: allietare e portare serenità ai degenti ricoverati.

Dopo il pranzo il breve momento di riposo è stata l’occasione per conoscere la storia dell’associazione il Giardino degli Aromi e del luogo: il grande parco alla periferia nord di Milano all’interno del quale un tempo vi era l’Ospedale psichiatrico e che ora è un luogo ricco di biodiversità animale e vegetale e dove gli abitanti del quartiere Niguarda/Affori hanno dato vita agli orti comunitari. Poi divisi in gruppi si è continuato a lavorare alla pulizia dei polloni e guidati dagli esperti dell’associazione si è visitato il Mandala delle erbe per scoprire gli usi e le finalità di molte erbe medicinali.

La giornata ha visto i dipendenti Novartis impegnati grazie ai progetti di Avsi in due centri d'accoglienza di Milano, Casa Suraya, in via Salerio, e il centro Sprar di via Sammartini, entrambi gestiti dalla cooperativa Farsi Prossimo, con il sostegno della Caritas ambrosiana. Fuori Milano a Varese i volontari hanno dedicato la giornata alla Fondazione Renato Piatti realtà attiva nel sostegno alle persone con disabilità intellettiva e relazionale chi a Fogliaro per allestire la nuova serra della comunità terapeutica per minori, chi a Busto Arsizio a rimettere a nuovo lo spazio infermeria , chi al centro semiresidenziale di Besozzo per fare animazione e assistenza ai bimbi affetti da autismo o patologie neuromotorie. A Saronno, invece, i dipendenti Novartis hanno dedicato la giornata al Villaggio Sos di Saronno, rinnovando la solidarietà con la struttura dell’associazione Sos Villaggi dei Bambini che è diventata una tradizione del C day Novartis.

Sotto alcuni momenti del C-Day Novartis al Villaggio Sos di Saronno e al Giardino degli Aromi di Milano. In apertura attività alla Fondazione Piatti di Varese

Contenuti correlati