Papa In Preghiera
No Slot

L'ex giocatore Agostino va da Papa Francesco per asciugare le lacrime dell'azzardo

6 Maggio Mag 2016 1325 06 maggio 2016
  • ...

La Consulta Nazionale Antiusura Giovanni Paolo II ha partecipato alla Veglia di preghiera per asciugare le lacrime, presieduta da Papa Francesco. Agostino di Bari era tra i fedeli che ha ricevuto dal Papa l'Agnus Dei, di cera e olio, espressione della misericordia del Padre per coloro che vivono in situazioni di profonda sofferenza. L'azzardo è un cancro sociale, dice Papa Francesco. Va combattuto senza reticenze. Come l'usura.

Finito nella trappola dell’usura per pagare i debiti di gioco e assistito dalla Fondazione Antiusura San Nicola e dei S.S. Medici, Agostino ha partecipato nella Basilica di San Pietro all’intenso momento di preghiera. Con lui c’era Mons. Alberto D’Urso, Segretario Nazionale della Consulta, che ha riposto nella veglia alla Madonna delle lacrime di Siracusa le lacrime della sofferenza e della tristezza delle vittime dell’ usura e dell’azzardo che la Consulta ha asciugato in venti anni.

La tristezza che viene dall’usura e dall’azzardo annientano la persona in tutta la sua essenza, fisica, morale e psicologica – ha dichiarato Agostino - Papa Francesco ci ha ricordato che abbiamo bisogno della consolazione che viene dal Signore e dalla società, quella che ho trovato nella Fondazione Antiusura di Bari quando ho bussato alla sua porta. Ero in un momento in cui pensavo di non avere più una vita e un futuro, ho trovato invece tanti volontari, avvocati, commercialisti e altri professionisti che mi hanno dato la consolazione di essere ancora una persona degna di essere amata e aiutata a ritrovare la strada della vita che a causa del gioco stavo perdendo

Agostino di Bari

Già altre volte la Consulta Nazionale Antiusura ha ricevuto la consolazione di Papa Francesco, in occasione dell’apertura della Porta Santa della Carità qualche mese ha fatto pervenire un preciso messaggio ai volontari che operano nelle 28 Fondazioni Antiusura in Italia, in cui ha esortato a lottare “con tutte le forze per sconfiggere le diffuse piaghe sociali dell’usura e dell’azzardo che generano continui fallimenti non solo economici, ma anche familiari ed esistenziali. E poi nella catechesi di Mercoledì delle Ceneri, richiamando all’attenzione di tutti il significato del Giubileo nella Bibbia ha condannato l’usura, definendola “drammatica piaga sociale”.

La Consulta Nazionale Antiusura e le Fondazioni Antiusura in Italia auspicano che le parole di Papa Francesco siano da monito per le Istituzioni, affinché siano eliminate le diseguaglianze, siano assicurati il lavoro e i segni concreti di speranza alle tante vittime dell’usura orientate troppo spesso a tentare la fortuna con l’azzardo, tante volte anticamera della disperazione.

Contenuti correlati