File 04 05 16, 13 05 05
Editoria

I trenta giorni del nuovo VITA bookazine: una comunità che cresce

11 Maggio Mag 2016 1729 11 maggio 2016
  • ...

A un mese dal lancio del nuovo VITA un primo bilancio. Tanti gli apprezzamenti, numerosissimi i nuovi abbonamenti e finalmente la possibilità di acquistare la copia singola online. Siamo una comunità che cresce, una comunità che innova e che produce nuova fiducia dentro il tessuto sociale. Grazie

A trenta giorni da lancio del nuovo bookazine è giusto fare un primo bilancio, innanzitutto per dire a tutti voi grazie! Siamo stati travolti dai tanti messaggi di apprezzamento al nuovo Bookazine.

Messaggi diversi da diversi interlocutori, ne cito tre, provenienti da mondi diversi a mo d'esempio.

«Ho aspettato a scrivervi perchè volevo essermi letto bene il primo bookazine», ci scrive Cristiano Gori, docente di sociologia in Cattolica e direttore di Lombardia Sociale, «Ci sono tre motivi per i quali mi piace: Il punto di partenza che avete esplicitato nell’editoriale. Se volete essere credibili nel raccontare l'innovazione dovete innanzitutto innovare voi stessi, come state facendo. Ognuno di noi si giudica innanzitutto da ciò che fa, non da ciò che dice. Seguendo la stessa logica, mi insospettiscono sempre i colleghi professori che a parole si battono per migliorare le condizioni dei più deboli, e poi magari trattano male chi è intorno a loro, a partire dai collaboratori. Mi ha colpito che siate partiti da qui, e poi mi ci sono ritrovato in pieno. La scommessa sulla qualità come l'unica strada per tenere in vita la carta. E qui c'è spazio, soprattutto andando sempre più nella direzione di prodotti fatti per rimanere. E secondo c'è anche il piacere di tenerlo tra le mani, quindi anche il lavoro di fino sulla grafica che sta facendo è molto importante. L'attualità si segue sul sito, non sul cartaceo. Mi ha colpito che la gran parte dei contenuti della sezione Rewind prendono spunto dall'attualità ma poi sviluppano riflessioni sganciate dalla stretta contingenza, si tratta di materiali da leggere anche tra diversi mesi».

Se volete essere credibili nel raccontare l'innovazione dovete innanzitutto innovare voi stessi, come state facendo

Il direttore Comunicazione di una grande impresa, BMW Group Italia, Roberto Olivi, in una mail scrive: «Ho tra le mani il nuovo numero di vita e devo dire che avete fatto un grande lavoro. Il bookazine mi piace».

Dal mondo delle associazioni, significativo il messaggio di Francesco Gesualdi di Ail Nazionale: «Ho ricevuto e letto attentamente la nuova veste del giornale. Il vostro lavoro ha dato i frutti sperati». «Ho apprezzato molto», continua, «sia la nuova veste grafica sia il programma editoriale teso a raccontare l'innovazione anche nel nostro settore. Veramente un ottimo lavoro. Complimenti».

C'è ancora più vita nel nuovo Vita

Luigi Bobba

Dal mondo istituzionale, oltre ai complimenti del premier Renzi a cui abbiamo presentato il bookazine, anche il messaggio del sottosegretario al Welfare Luigi Bobba, “C'è ancora più vita nel nuovo Vita”.

Non solo parole e complimenti ma una comunità che cresce, in un mese, ed è un assoluto record per noi, sono arrivati tramite il nostro sito 262 nuovi abbonamenti, segno di una comunità che cresce, che si allarga e che contagia con le sue storie e i suoi valori diversi mondi oltre il non profit, quello delle imprese, delle pubbliche amministrazioni e più in generale di tutti i cittadini che non si accontentano di lamentarsi.

Un sito quello di VITA che sta diventando finalmente, anche un’edicola, 260 le copie singole vendute senza aggravio di costi via web. Un’opportunità importante visto il declino delle edicole reali sempre meno e sempre meno in grado di assicurare una buona distribuzione.

Oggi invece abbiamo raggiunto il record su web, oltre 900mila visualizzazioni di pagine in un mese e oltre 500mila sessioni con 2 pagine viste per sessione. In corsa per raggiungere presto un milione di visualizzazioni al mese.

Un grande grazie a tutti, ai lettori più fedeli e ai numerosissimi nuovi!