File 12 05 16, 17 23 41
Bookazine

La comunità dei creativi ogni mese su Vita

12 Maggio Mag 2016 1618 12 maggio 2016
  • ...

Francesco Izzo, Associate Art Director della rivista americana Nautilus, sul nuovo Vita magazine cura la rubrica dedicata al mondo dell'illustrazione. Sul numero del magazine in edicola racconta delle gemelle Franziska e Hanna Barczyk, cresciute tra Germania, Canada e New York

Nell'immagine di cover e qui: “Black Women Writers and the Secret Space of Diaries”, illustrazione di Hanna Barczyk per The New Yorker

«You have to be where the opportunities are», mi dice Franziska Barczyk, riferendosi a New York mentre mi mostra i suoi ultimi lavori. Cresciuta in Germania poi trasferitasi in Canada, Franziska è una neo illustratrice che vuole lasciare il segno. Oggi è a New York dove ha raggiunto la sorella gemella Hanna, già affermata illustratrice che lavora per clienti come New York Times e Wall Street Journal. Entrambe illustratrici, le gemelle Barczyk raccontano la storia di una New York e di un’America odierna, del suo appeal verso i giovani che hanno voglia di fare del proprio talento artistico una carriera. Qualche settimana fa Hanna mi dice di essere emozionata perché le è stato commissionato un lavoro per il New Yorker, che dal 1925 è il sogno di ogni illustratore.

Hanna Barczyk

Come all’inizio del ‘900 ancora oggi New York è mito per molti giovani talenti. L’associazione American Illustration premia ogni anno le illustrazioni migliori pubblicate negli States e nell’ultimo catalogo moltissime sono state commissionate oltreoceano.

La mobilità fa parte del mestiere e, anche se assurdo, non serve essere qui per lavorare qui, però di qui bisogna prima o poi passarci per lasciare quel segno.

Franziska e Hanna sanno cosa vuol dire guadagnarsi il pane e la fama: continuo networking, ore di metropolitana e tanta incertezza. Se il sogno è chiaro non saranno queste fatiche a frenarti. Anche perché una volta che assaggi un pochino delle soddisfazioni che questa città ti offre poi sei finito. Quasi sempre nel senso buono, intendo.

English version

You have to be where the opportunities are ”it's what Franziska told me, referred to NY, while showing me her work. Franziska Barczyk is a young illustrator raised between Germany and Canada and that today is ready to leave a mark in the big city. She just moved to NY following her twin sister Hanna, illustrator too, whose work can be seen, among others, on The New York Times and Wall Street Journal. Both illustrators, twins, Franziska and Hanna Barczyk tell us the story of a contemporary New York that appeals to young artists who want to make a living with their talents.

A few weeks ago Hanna was excited about her first assignment for the New Yorker, the magazine that since 1925 has always been the dream of any illustrators. Like the beginning of the 20th century so today New York still mantains the charm of the city where anything can happen.

Only in the last publication of the catalogue American Illustration the number of foreign illustrators that submitted their work increased exponentially.

Mobility changes the way we work today. You don't have to be here to work here. However if you really want to leave a mark, you should show up here at some point.

Franziska and Hanna know exactly what it means to support themselves and strive for success in the city: Hours of commuting, constant networking and the uncertainty. However if your dream is clear enough nothing will really stop you from getting to it. Because when finally New York is able to give you something back at that point you're hooked. Mostly in the best sense of the term.

Contenuti correlati