Exodus Tv Cassino Studio
Fondazione Exodus

Exodus Tv, lo switch on che non ti aspetti

20 Maggio Mag 2016 1519 20 maggio 2016
  • ...

Con la diretta sabato 21 maggio della serata "Mille giovani per la Pace" al via le trasmissioni del canale televisivo della Comunità di Don Antonio Mazzi. Dietro, anche davanti alle telecamere i ragazzi di Exodus e gli studenti dell'università di Cassino. Il segnale sul canale 605 nella Regione Lazio.

Non si può certo dire che la comunicazione non stia a cuore a don Antonio Mazzi. E sembra proprio una diretta conseguenza dell’interesse del fondatore di Exodus l’imminente apertura della prima tv privata in Italia gestita da ragazzi in fase di riabilitazione con gli studenti dell’Università di Cassino. La nascita della Exodus Tv è il salto di qualità del laboratorio di comunicazione di Exodus.

L'antenna di Exodus Tv

I contenuti prima diffusi solo in internet, infatti, si preparano a viaggiare nell’etere e tra i ragazzi crescono novelli videomakers, montatori, presentatrici, cameraman grazie alla presenza di alcuni volontari che mettono a disposizione la propria esperienza.

Del resto proprio il tema della comunicazione, da sempre caro al fondatore di Exodus, don Antonio Mazzi, è molto sentito nella sede di Cassino perché si intreccia con la relazione educativa al centro di ogni cosa. Comunicazione dunque fra le persone ma anche fra la comunità e il territorio.

Ragazzi provenienti da varie esperienze di disagio sociale (dipendenze, salute mentale, handicap, carcere, immigrazione) oggi raccontano al mondo esterno i valori riscoperti e la speranza in una società fondata sui rapporti anziché sui guadagni. E lo fanno, raccontano da Exodus Cassino «insieme a ragazzi normalissimi, studenti, che ripensano la costruzione del proprio progetto di vita alla luce dell’incontro con Exodus».

Lo switch on della nuova esperienza televisiva è in programma sabato 21 maggio in occasione della XXII edizione del meeting Mille giovani per la pace, alla presenza di don Mazzi che accenderà simbolicamente il trasmettitore che per il momento irradierà il segnale sul canale 605 nella Regione Lazio.

La prima trasmissione non può che essere la diretta della serata da Cassino animata da Salvatore Regoli di Juppiter, con il Coro Exodus e con i ragazzi del territorio che frequentano abitualmente la comunità giovanile di Exodus.

«Un altro passo in avanti nel percorso di trasformazione di una comunità che in 26 anni, da comunità di recupero per tossicodipendenti è sempre più luogo educativo per giovani di ogni provenienza ma soprattutto elemento di conversione per una società sempre più disorientata» si osserva in una nota della sede di Cassino di Exodus.

Contenuti correlati

Eventi correlati