Tutti I Premiati Abbracci San Patrignano
San Patrignano

21 "Abbracci" ai sostenitori della Comunità

23 Maggio Mag 2016 1149 23 maggio 2016
  • ...

Si è tenuta, sabato 21 maggio, la quarta edizione degli “Abbracci”, la manifestazione dedicata a quanti nel tempo hanno sostenuto le attività di Sanpa

Sono stati 21 gli abbracci dal significato profondo, sono quelli che San Patrignano ha dato ad alcuni suoi particolari amici, nella quarta edizione della consegna del premio “Abbraccio”, il gesto che più caratterizza la Comunità sulle colline riminesi.
«Vuole essere l’occasione di abbracciare le persone che hanno dimostrato di volerci bene e noi vogliamo dimostrare di volerne a loro», ha spiegato il responsabile terapeutico della Comunità, Antonio Boschini. «L’abbraccio ieri come oggi è una forma di contatto e comunicazione che va oltre le parole. Pensiamo che sia la maniera migliore di ringraziare le persone che ci sono al fianco».

Durante la mattinata di sabato 21 maggio condotta dal regista e attore Pascal La Delfa, sono così saliti sul palco dell’auditorium alcuni personaggi molto noti per la loro attività, ma anche ospiti sconosciuti ai più, ma che per San Patrignano sono pietre miliari e sostegno continuo in alcuni campi. Otto le categorie in cui erano divisi i premiati.
Nella gallery alcuni dei premiati

Volto noto della tv, nella categoria “comunicazione” ha ricevuto il riconoscimento il giornalista Giovanni Minoli. «Non è stato difficile abbracciare San Patrignano, tanto che io mi sento “addicted” sin dall'inizio. Non erano tanti che negli anni ‘80 difendevano e capivano l'intuizione di questo posto. Qui ci sarebbe veramente materiale per le grandi fiction, qui ci sono tutti i contenuti umani, personali e di fantasia». Oltre a lui nella stessa categoria Mauro Bellugi, amministratore di MediaXchange, e Riccardo Raffaeli, ceo della Media Lease Group Holding, per aver aperto promosso in maniera continuativa le attività della Comunità.

Nella categoria “Arte” il riconoscimento è andato a Marco Tronchetti Provera, presidente della Fondazione Silvio Tronchetti Provera, per il suo sostegno al progetto della Compagnia teatrale di San Patrignano. A ritirare il premio per lui l’ingegner Filippo Bettini, responsabile sostenibilità e governo dei rischi Pirelli Group.

Nella categoria “moda e artigianato” invece l’ “Abbraccio” è andato a Ferruccio Ferragamo, presidente della Salvatore Ferragamo, per aver sostenuto i settori artigianali di San Patrignano. A ritirare il premio suo figlio Salvatore: «Un incontro importantissimo. Grazie per i bellissimi prodotti e per averci reso partecipi di questo meraviglioso mondo».

Nella categoria “Raccolta fondi e supporter” particolarmente emozionato Luigi Abete, presidente Bnl e vicepresidente della Fondazione Bnl, premiato per la vicinanza ai tanti progetti sociali a favore della salute dei ragazzi e della loro formazione professionale. «Già 15 anni fa la BNL iniziò ad aiutare San Patrignano e oggi continuiamo a farlo attraverso la fondazione. Negli ultimi anni abbiamo fatto sei interventi in vari settori di San Patrignano, dando una mano a tutti quelli che si impegnano qui in comunità. Prendo questo premio in rappresentanza di Bnl, comunità di interessi e persone». Riconoscimento anche per Andrea Riffeser Monti, amministratore delegato e vicepresidente di Poligrafici Editoriale, amico storico della Comunità: «La prima volta che ho visto San Patrignano ho capito che era un mondo completamente a parte e in questi 25 anni mi sono impegnato a farla conoscere al mondo. Credo che il modello di San Patrignano sia il futuro per tutti». Nella stessa categoria anche Carlo Pesenti, consigliere delegato di Italcementi S.p.a., a sostegno di San Patrignano per favorire la formazione e il reinserimento lavorativo dei ragazzi e per aiutarla a raggiungere il suo autosostentamento.

Nella categoria “Assistenza legale”, il riconoscimento è andato agli avvocati Roberto Casati - «Qui ci si guarda negli occhi e si costruisce un rapporto diretto e bellissimo con le persone» -, a Giuseppe Manca - «Sono convinto che ho ricevuto da San Patrignano più di quello che ho dato» - e Antonino Menne, che ha paragonato l’amore di San Patrignano a quello di una madre. Per la categoria Enogastronomia premio a Massimo Spigaroli dell’Antica Corte Pallavicina, e Massimo Borchini, della Slega Prosciutti, per il grande aiuto che hanno dato nel valorizzare i prodotti della norcineria della Comunità formando i ragazzi.

Nella categoria “Salute”, il riconoscimento a Giancarlo Pescarmona, past president Amici di Brugg, Fabio Carboncini, presidente dell’Accademia Italiana Odontoiatria Protesica, Massimo Fuzzi, past president AIOP e Salvatore Bellocco, presidente GDS Communication, per l'attività formativa espressa all'interno e all'esterno della comunità sia nel campo dentale che in quello scientifico audiovideo. Nella stessa categoria anche il premio al medico epatologo Nicola Dioguardi.

Infine per la categoria benessere, il riconoscimento è andato a Fabio Amicizia, operatore della Scuola italo-giapponese Shiatsu Namikoshi, per aver svelato i segreti dello Shiatsu a tanti ragazzi di San Patrignano, così come il riconoscimento è andato ai parrucchieri Francesca Parrotta e Gianni Tonini storici punti di riferimento del Sanpa Hair, il salone della Comunità

Contenuti correlati