Petizioni

Cosa sognano i cittadini alla vigilia delle elezioni

1 Giugno Giu 2016 1443 01 giugno 2016

220mila firme uniche in 134 petizioni lanciate, su change.org, dagli elettori di Roma, Milano, Bologna, Torino e Napoli in vista del voto amministrativo. Si sono rivolti direttamente agli aspiranti sindaci. A Milano chiedono di salvare il cinema Apollo, a Roma di non privatizzare i canili, a Napoli...

  • ...
B Huzhz Td Fhv Mf Mx 800X450 No Pad 1
  • ...

220mila firme uniche in 134 petizioni lanciate, su change.org, dagli elettori di Roma, Milano, Bologna, Torino e Napoli in vista del voto amministrativo. Si sono rivolti direttamente agli aspiranti sindaci. A Milano chiedono di salvare il cinema Apollo, a Roma di non privatizzare i canili, a Napoli...

Ad oggi sono 134 le petizioni lanciate su change.org, piattaforma on-line gratuita per sostenere campagne sociali, dai cittadini di cinque grandi città italiane in vista delle elezioni amministrative che si terranno il prossimo 5 giugno.

Cosa chiedono i cittadini?” È questa la domanda da cui sono partiti gli operatori di change.org per comprendere i principali bisogni degli abitanti di Roma, Napoli, Torino, Bologna e Milano. Le adesioni, come le proposte, sono state numerose e la piattaforma ha registrato 220mila firme uniche…

A Torino, ad esempio, in quasi 16mila hanno chiesto di chiudere il Museo Lombroso, omaggio della città a questo pseudo-scienziato Lombroso appunto, che teorizzò l'inferiorità dei meridionali rispetto ai settentrionali. Però poi in 11mila, invece, hanno chiesto di non farlo perché le teorie dello scienziato fanno comunque parte della storia delle criminologia. In totale le petizioni presentate a Torino sono state 26.

Tra le 14 presentate a Napoli, in 6mila hanno chiesto l’usufrutto a titolo gratuito del suolo pubblico a favore delle librerie di Port’Alba in via dei Librai, chiuse in seguito al blitz dei vigili urbani e il sequestro delle bancarelle dei libri appartenenti ai librai di Port’Alba, con l’accusa di occupazione abusiva del suolo pubblico. In 1200, invece, hanno chiesto di abolire i circhi con gli animali in tutto il territorio del napoletano.

A pari merito con la città partenopea per numero di petizioni c’è Bologna: 14 quelle pervenute. Quella con più sostenitori? La petizione che dice NO all’ordinanza del sindaco Merola che, senza alcun preavviso, si legge nell’appello pubblicato su change.org, ha deciso di chiudere 7 giorni su 7 di tutte le attività economiche del centro storico universitario a partire dalle ore 22. È probabile che i 6194 firmatari siano tutti giovani studenti…

È il turno di Milano. 27 petizioni. La più gettonata con un’adesione che raggiunge le 15620 firme è per salvare il cinema Apollo dalla prossima chiusura: lo spazio, infatti, a breve dovrebbe ospitare un nuovo Apple Store. Qualcuno invece chiede di salvare piazzale Loreto dal degrado.

La piazza, luogo di snodo in cui convergono 8 direttrici di traffico, è stata pensata 80 anni fa. “Riteniamo indispensabile rivederne tutta l'urbanistica (vie confluenti comprese) al fine di diminuirne il traffico e l'inquinamento”, si legge nella petizione.

Il primo posto per numero di petizioni spetta a Roma; sono ben 53 quelle che stanno girando tra i cittadini. Al primo posto, con quasi 50mila firme, l’appello #iostoconglianimali per dire no alla privatizzazione dei canili della città; poi a gran voce si richiede l’introduzione del bigliettaio sugli autobus romani.

Ma a chi le avranno fatte tutte queste richieste i cittadini? Ai sindaci ovviamente… ma «i candidati a sindaco di Roma e Milano», denunciano gli operatori della piattaforma, «hanno deciso d'ignorare le richieste di oltre 120mila cittadini. La sola eccezione è stata quella di Stefano Fassina, candidato per Sinistra Italiana a Roma, che ha deciso di rispondere a 4 petizioni».

Contenuti correlati