Persone

Musella nuovo presidente di Iris Network: «L'impresa sociale guardi a Sud»

13 Giugno Giu 2016 1756 13 giugno 2016

Dopo dieci anni raccoglie il testimone da Carlo Borzaga: «Si apre un anno importante a partire dall'elaborazione dei decreti legislativi della riforma del Terzo settore»

  • ...
Musella Borzaga
  • ...

Dopo dieci anni raccoglie il testimone da Carlo Borzaga: «Si apre un anno importante a partire dall'elaborazione dei decreti legislativi della riforma del Terzo settore»

Sarà l’economista Marco Musella (nella foto a destra di Carlo Borzaga) a guidare Iris Network in qualità di presidente per il prossimo quinquennio. Il professore ordinario di economia politica presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” è stato eletto nel corso della X edizione del Colloquio Scientifico sull’impresa sociale in occasione del quale si è svolta l’assemblea dei Soci del network. Musella raccoglie l’eredità di Carlo Borzaga, fondatore del network e guida di Iris Network nell’ultimo decennio.

Musella, 56 anni, napoletano, si occupa di economia sociale e di terzo settore da circa tre lustri e oggi supervisiona il corso di perfezionamento su politiche e strategie di fundraising della Federico II e dirige la collana welfare dell’editore Giappichelli.

«Raccolgo il testimone di Borzaga con molto entusiasmo», dice a Vita.it. Lo farà in un’ottica di continuità, ma comunque provando ad allargare gli orizzonti dell’impresa sociale. «Ci sono alcuni appuntamenti come il workshop di Riva del Garda, il rapporto sull’impresa sociale e l’annuale Colloquio scientifico che scandiscono il nostro lavoro nel corso dell’anno e a cui non rinunceremo», spiega, «ma a questi punti fissi aggiungeremo una particolare attenzione allo sviluppo dell’impresa sociale nel Meridione e una serie di iniziative volte a far interagire mondi, tutti interessati all’impresa sociale, ma talvolta ancora troppo distanti: mondo cooperativo, giuristi ed economisti». Una necessità sempre più sentita secondo l’economista «considerato l’interesse trasversale che questo mondo sta attraendo e la concomitanza con i decreti legislativi della legge delega sul Terzo settore che dovranno essere approvati entro un anno».

Contenuti correlati