Volontariato
Bandi

Arrivate oltre mille idee per il volontariato al Sud

16 Giugno Giu 2016 1612 16 giugno 2016
  • ...

Per 65 delle proposte arrivate nella prima fase del bando "Con il Sud che partecipa" inizia il momento della trasformazione in progetto per mobilitare la cittadinanza in diverse forme di volontariato. La seconda fase scade il 4 agosto. Fondazione Con Il Sud mette disposizione 2 milioni di euro

Oltre mille idee per promuovere il volontariato tra i cittadini. Tante sono quelle arrivate alla prima fase dell’iniziativa “Con il Sud che partecipa” promossa dalla Fondazione Con il Sud nei mesi scorsi e rivolta alle onp di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di sollecitare l’impegno in attività di volontariato al Sud in grado di generare utilità sociale.

Tra le oltre mille proposte la fondazione ne ha selezionate 65 per la seconda fase dell’iniziativa che prevede il passaggio dalle idee dei veri progetti esecutivi, attraverso una proposta di intervento più dettagliata e completa.

Il bando (per il quale la Fondazione mette a disposizione 2 milioni di euro) non prevede limiti nei campi di intervento e tra le idee selezionate si spazia dal recupero e riqualificazione di spazi pubblici, alla prevenzione medica, alla sensibilizzazione ambientale, al rafforzamento di servizi sociali di prossimità, all’ampliamento delle reti di accoglienza per immigrati e minori stranieri non accompagnati, alla sistemazione di archivi storici, all’ambito della ristorazione sociale, a forme di turismo sociale, di mobilità sostenibile e molti altri ancora.

La maggior parte delle idee selezionate proviene dalla Sicilia (16), dalla Puglia (15) e dalla Campania (14). Seguono la Calabria (8), la Sardegna (4) e la Basilicata (2) mentre sei idee hanno carattere interregionale.

Saranno valutate positivamente – spiega un comunicato di Fondazione Con il Sud - le proposte progettuali che, tra gli altri criteri, «sapranno dimostrare di essere in grado di mobilitare i cittadini del proprio territorio in attività di volontariato, di essere sostenibili nel tempo, di promuovere in maniera efficace le iniziative proposte per condividerle con la comunità locali e di diffondere esperienze potenzialmente esemplari per altri territori».

In Italia sono più di 6 milioni le persone che dedicano il proprio tempo al volontariato, il 54,3% aderendo ad organizzazioni e associazioni, il 37,6% in maniera non organizzata, mentre l’8,1% fa volontariato in entrambi i modi. A livello territoriale, nel Nord – Est si registra il tasso di volontariato più elevato del nostro Paese (16%), seguono Nord – Ovest (13,9%) e Centro (13,4%). Al Sud si registrano livelli di partecipazione sensibilmente più bassi (8,6%), addirittura dimezzati rispetto a quelli del Nord-Est (Dati Istat 2014).

Contenuti correlati