Soggiorno Estivo Lega Del Filo D%27Oro Mare
Lega del Filo d'Oro

Soggiorni estivi, un momento di crescita

1 Luglio Lug 2016 1129 01 luglio 2016
  • ...

Sono 80 le persone sordocieche o pluriminorate psicosensoriali che quest'anno parteciperanno ai soggiorni estivi della Lega del Filo d'Oro, accompagnati da altrettanti volontari. «Sono una delle attività storiche dell'Associazione in quanto costituiscono un'occasione privilegiata per consentire alle persone sordocieche di incontrarsi tra loro, di conoscere nuovi amici, nuovi posti e di uscire dall'isolamento», spiega Rossano Bartoli. Molto più di una vacanza.

Ottanta persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali anche quest’estate parteciperanno ai soggiorni estivi della Lega del Filo d’Oro. Non è una semplice vacanza né soltanto un’occasione di svago e divertimento: i soggiorni, che rappresentano una delle attività storiche dell’Associazione, sono un momento concreto di crescita e un’esperienza di autonomia. Attraverso visite guidate, fattorie didattiche, laboratori artigianali, giochi, mare e passeggiate in montagna, le persone sordocieche hanno un’occasione privilegiata di incontro, di socializzazione e conoscenza. Oltre ad essere un’occasione per dare sollievo e riposo alle loro famiglie.

I soggiorni estivi sono rivolti alle persone sordocieche provenienti dalle diverse regioni d’Italia e si propongono di far vivere un’esperienza di gruppo insieme ai volontari, per la durata di almeno una settimana alloggiando presso strutture alberghiere in diverse località turistiche italiane. Inoltre, vengono organizzate uscite culturali e naturalistiche e proposte attività sportive, feste e incontri. E proprio perché lo scopo dei soggiorni estivi è quello di favorire la socializzazione, a partecipare sono prevalentemente volontari della Lega del Filo d’Oro.

«I soggiorni estivi - ha spiegato Rossano Bartoli, Segretario Generale della Lega del Filo d’Oro - rappresentano una delle attività storiche dell'Associazione in quanto costituiscono un'occasione privilegiata di unione e socializzazione che permette alle persone sordocieche di incontrarsi tra loro, di conoscere nuovi amici, nuovi posti e di uscire, così, dall'isolamento, acquisendo maggiore autonomia. In oltre 50 anni di storia della “Lega” sono stati più di mille i volontari che vi hanno preso parte e senza i quali tutto questo non sarebbe stato possibile».

Ai soggiorni infatti è presente più di un volontario per ogni partecipante, oltre ad operatori specializzati ed interpreti LIS. Quattro i soggiorni previsti per l'estate 2016: il soggiorno di una settimana dal 19 al 26 giugno a Senigallia (AN) e un secondo nella stessa località in corso in questi giorni, un soggiorno a Gabicce a Mare (PU) dal 16 al 30 luglio ed infine un soggiorno in montagna, dal 28 agosto al 11 settembre, a Cavalese (TN).

Contenuti correlati