Dreamstime M 14321862
Turismo

Chi l’ha detto che i disabili non possono viaggiare in autonomia?

14 Luglio Lug 2016 1600 14 luglio 2016
  • ...

È on-line da oggi bookingable.com, il primo portale italiano di prenotazione per i turisti con disabilità. La nuova frontiera del turismo per tutti si è ispirata alla piattaforma di booking ed è nata con il sostegno della Fondazione CRT

È on-line da oggi BookingAble.com, il primo portale italiano di prenotazione dedicato ai turisti con disabilità. Il nuovo sito, che si ispira al celebre Booking.com, è un progetto finanziato dalla Fondazione CRT e realizzato da IsITT (Istituto italiano per il Turismo per Tutti), in collaborazione con il Settore Turismo per Tutti della Consulta per le Persone in Difficoltà onlus – CPD e il Tour Operator Stile Divino Italy.

La piattaforma offre ai viaggiatori con disabilità la possibilità di creare il proprio pacchetto turistico in autonomia, prenotando direttamente online camere, soggiorni e servizi turistici con garanzie di buona fruibilità.

Il portale presenta le informazioni utili sul territorio e sulle strutture ricettive (selezionabili per destinazione, tipologia di disabilità e data), in modo da valutare se presentano servizi e spazi accessibili in base alle proprie necessità. Si supera, così, la filosofia del “bollino valutativo”, che spesso si presenta come un’insidia senza illustrare caratteristiche e informazioni su accessibilità e fruibilità utili per una scelta consapevole ed autonoma.

«Un turismo capace di rispondere alle esigenze di chi è in difficoltà è un turismo attento ai diritti di tutti, nel pieno rispetto delle pari opportunità», dice Massimo Lapucci, Segretario Generale della Fondazione CRT.

«BookingAble.com si presenta per noi, viaggiatori con disabilità», aggiunge Giuseppe Antonucci, Presidente di IsITT, «come una nuova grande opportunità di autonomia. Poter finalmente organizzare un viaggio direttamente da casa, scegliendo le strutture e i servizi in base alle proprie necessità è secondo me una grande conquista, segno tangibile dei passi in avanti che si stanno concretizzando nel campo del Turismo per Tutti. Il Turismo per Tutti sta finalmente diventando a portata di click, all’insegna del Turismo per Tutti 2.0».

Le schede di rilevazione dell’accessibilità sono studiate da tecnici del settore, mentre la qualità dell’accoglienza è verificata tramite mistery client con disabilità, selezionati tra i possibili utenti del servizio. Altra caratteristica della piattaforma: per ogni destinazione sono presenti servizi turistici da abbinare alla prenotazione della struttura (come guide turistiche specializzate, trasferimenti, noleggio auto, ristoranti) e tour operator di riferimento per il territorio. BookingAble.com accompagna il turista sia nella fase di prenotazione, sia durante il soggiorno, con un’assistenza adeguata e continua tramite call center telefonico e chat.

Va sottolineato che le persone con disabilità sono la “terza nazione” al mondo e rappresentano oggi un significativo potenziale mercato. Nei Paesi europei le stime parlano di quasi 50 milioni di “viaggiatori con disabilità”, pari al 30% delle persone con disabilità. Se si considerano anche anziani, famiglie con bambini, persone con disabilità temporanea o particolari necessità alimentari, si arriva a 145 milioni di turisti con esigenze specifiche. I numeri crescono ancora se si pensa che anche i turisti con disabilità, come tutti, viaggiano in compagnia di parenti e amici, elemento che porta a stimare una domanda potenziale di circa 290 milioni di persone, per un indotto stimato in 185 miliardi di euro.

Contenuti correlati