14125061 10157334435525058 7136015874998622460 O
Festivaletteratura 2016

Chi sono i 700 volontari della cultura?

6 Settembre Set 2016 1746 06 settembre 2016
  • ...

Dal 7 all'11 settembre si terrà a Mantova il Festival della Letteratura, arrivato alla sua ventesima edizione. Marzia Corraini, tra gli ideatori della grande festa culturale, racconta a Vita.it che «sono i 700 volontari l’elemento più importante. Senza di loro il festival non esisterebbe. C’è una forte componente di cittadini mantovani ma arrivano giovani - e anche meno giovani - da tutte le regioni d’Italia e anche dall’estero»

«Sono l’elemento più importante. Senza di loro il festival non esisterebbe». Esordisce così Marzia Corraini, titolare da oltre 40 anni della più prestigiosa casa editrice di illustrazione - Corraini Edizione – e tra gli ideatori del Festivaletteratura che si tiene nella città di Mantova e domani inaugura la ventesima edizione.

E quell’elemento fondamentale a cui si riferisce la Corraini sono loro, i 700 volontari che hanno quest’anno hanno riempito le strade della città per partecipare concretamente a questa grande festa culturale. «C’è una forte componente di cittadini mantovani», racconta a Vita.it Marzia Corraini, «ma arrivano giovani – e anche meno giovani- da tutte le regioni d’Italia e anche dall’estero».

Durante le cinque giornate letterarie (il festival si concluderà l'undici settembre) saranno i volontari ad occuparsi dei box informazioni, delle interviste agli scrittori, delle riprese e delle fotografie e lo faranno a titolo totalmente gratuito.

«Pensi che alcuni hanno preso dei giorni di ferie a lavoro per rendere possibile la realizzazione del festival». Ma quello dei volontari è un supporto solido come l’istituzione stessa. Era infatti il 1997 quando è nata Filofestival, un'associazione di volontariato senza fini di lucro finalizzata a sostenere e promuovere il festival con le proprie attività. Un gruppo di cittadini mantovani, infatti, animati da un desiderio comune affiancò il comitato organizzatore del festival per rendere concreto un sogno collettivo: organizzare una vera e propria festa che mettesse insieme autori e lettori nelle piazze e nei palazzi della città.

Vent’anni dopo quello della letteratura di Mantova è un festival diverso che ha saputo tenere il passo con un mondo dell’editoria diverso: «Vent’anni fa siamo partiti», spiega Corraini, «perché abbiamo interpretato una voglia di vicinanza da parte delle persone con il mondo della letteratura e degli scrittori: così abbiamo eliminato quella parte formale e accorciato la distanza tra i due mondi. Abbiamo creato un incontro vero tra i due mondi. Oggi c’è ancora più innovazione e invenzione tra il pubblico e gli autori. E Poi ci sono tantissimi workshop per i bambini, gli adulti, i bambini e gli adulti insieme. Mi piace sempre dire che il festival ha appena 20anni! È ancora giovane».

Ecco il programma

Contenuti correlati