Ministero del Welfare

Volontariato, progetti sperimentali 2015: ecco a che punto sono i finanziamenti

7 Settembre Set 2016 1824 07 settembre 2016

Il presidente di un'associazione scrive a Vita.it chiedendo chiarimenti sul mancato finanziamento di 9 Progetti sperimentali di volontariato ex art.12, legge 266/91 approvati per la direttiva 2015. La risposta del esponsabile della Direzione Generale del terzo settore e della responsabilità sociale delle imprese

  • ...
Volontariato
  • ...

Il presidente di un'associazione scrive a Vita.it chiedendo chiarimenti sul mancato finanziamento di 9 Progetti sperimentali di volontariato ex art.12, legge 266/91 approvati per la direttiva 2015. La risposta del esponsabile della Direzione Generale del terzo settore e della responsabilità sociale delle imprese

Pubblichiamo uno stralcio di una lunga lettera che il direttore dell'Associazione "Hic et Nunc" – Onlus, Nicola Currò ha inviato alla nostra testata denunciando il mancato finanziamento di 9 Progetti sperimentali di volontariato ex art.12, legge 266/91 approvati per la direttiva 2015. Di seguito la risposta che ci ha fatto pervenire Alessandro Lombardi, responsabile della Direzione Generale del terzo settore e della responsabilità sociale delle imprese del ministero del Welfare.


Caro direttore, da un lato ascoltiamo Renzi che si dice convinto del fatto che "il Terzo settore in realtà è il primo settore", dall'altro ci tocca prendere atto che il governo, presieduto dallo stesso, non riesce a trovare le risorse necessarie a finanziare i 79 Progetti sperimentali di volontariato ex art.12, legge 266/91 approvati per la direttiva 2015. Quel che è peggio è che, ad oggi, non sono stati avviati nemmeno le attività progettuali finanziate con la direttiva 2014 della già citata legge. Insomma, quando c'è da tirare la cinghia i proclami lasciano sempre il tempo che trovano e a farne le spese è quasi sempre il Terzo settore.

Nicola Currò


In riferimento alle Linee di Indirizzo 2015 sono state finanziate – per un importo complessivo pari ad euro 1.997.593,60 - n. 79 organizzazioni di volontariato con decreto direttoriale del 21 dicembre 2015, registrato dalla Corte dei Conti a febbraio del 2016. Al fine della sottoscrizione della convenzione, alle organizzazioni di volontariato ammesse a contributo sono stati richiesti i documenti – e in alcuni casi anche delle integrazioni e/o specifiche soprattutto sul piano economico e su alcune tipologie di spesa preventivata - previsti al punto 9.1 delle Linee di Indirizzo.

Alla data odierna, sulla base della documentazione prodotta dalle odv,

  1. - Sono state sottoscritte n. 54 convenzioni, a fronte delle quali n. 30 odv hanno iniziato le attività, mentre le restanti n. 24 inizieranno le attività contestualmente alla nostra comunicazione della disponibilità di cassa;
  2. - Le restanti non sono state sottoscritte in quanto ancora prive della documentazione richiesta, oppure perché non è ancora pervenuta l’atto convenzionale firmato dal legale rappresentante dell’odv.

Al riguardo, l’organizzazione di volontariato Hic et nunc non ha ancora inviato la documentazione richiesta da questa Direzione in data 29.3.2016 e, da ultimo sollecitata in data 17.08.2016. L’erogazione dell’anticipo sarà effettuata una volta acquisita la disponibilità di cassa.

Alessandro Lombardi

Contenuti correlati