Disabilitàstephanie Keith:Getty Images
Csr

Inclusione sociale, CocaCola supporta nuovi progetti in dieci città d'Italia

14 Settembre Set 2016 1433 14 settembre 2016
  • ...

La sede italiana della multinazionale lancia oggi l'iniziativa che vuole premiare le 10 proposte migliori sul tema da parte di enti non profit, una per ciascuna città coinvolta, che poi accompagnerà a portare a compimento il progetto anche avvalendosi del crowdfunding

Prende il via oggi, 14 settembre, “C10 – Insieme a Coca-Cola per 10 città italiane”: un’operazione culturale e sociale promossa da Coca-Cola Italia, volta a realizzare dieci progetti di inclusione sociale in altrettanti capoluoghi italiani: Bari, Bologna, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino e Verona. Il tutto grazie allo strumento del crowdfunding come mezzo per finanziare opere di pubblico interesse mediante l’attivazione delle comunità stesse, che saranno a loro volta fruitori del cambiamento e co-autori del risultato finale.

“Il progetto vuole supportare le comunità locali nel migliorare la qualità della vita - in particolare nelle aree più svantaggiate - investendo in attività ricreative e offrendo servizi concreti in grado di favorire l’inclusione sociale. afferma Vittorio Cino, Direttore comunicazione di Coca-Cola Italia. In questo disegno, il crowfunding si pone come strumento di finanziamento dal basso attraverso internet che partirà dalle comunità locali a favore della comunità stesse, e quale mezzo alternativo per dare risposte concrete ai reali bisogni delle comunità e per investire in una società migliore”. Con il crowdfunding si ha infatti modo di creare una “rete democratica” che, da una parte, consente di valutare la bontà di un progetto, dall’altra genera un impatto positivo sulla società, abbattendo le barriere tradizionali dell’investimento finanziario.

Partecipare a C10 - Insieme a Coca-Cola per 10 città italiane è semplice: a partire dal 14 settembre, associazioni, gruppi di cittadini, organizzazioni no profit ed enti privati, potranno proporre i loro progetti da finanziare con una campagna di crowdfunding collegandosi alla piattaforma: coca-cola.derev.com. Entro il 15 ottobre, invece, Coca-Cola Italia - con il supporto dei partner tecnici DeRev e Fondazione EYU - selezionerà i 10 progetti sulla base dell’attinenza ai criteri di affinità indicati nel bando di candidatura. Gli “autori” di ognuno dei progetti selezionati potranno pianificare la loro campagna di crowdfunding, che verrà lanciata sulla piattaforma messa a punto da DeRev. Da tale momento, ci saranno 3 mesi di tempo a disposizione per raccogliere i fondi necessari. Infine, l’annuncio dei traguardi raggiunti verrà dato il 15 febbraio 2017. Con l’obiettivo finale di realizzare e inaugurare tutte le opere di inclusione sociale entro il 2017.

Contenuti correlati