1441785096 Juncker
Unione Europea

Juncker: «Entro l’anno avremo l’Erasmus del volontariato»

16 Settembre Set 2016 1021 16 settembre 2016
  • ...

Il presidente della Commissione europea ha lanciato l’idea di creare un Corpo europeo della solidarietà. Due gli obiettivi: cavalcare il volontariato, che esiste in molti paesi europei ma è troppo nazionale, e formare dei nuovi cittadini comunitari

Tra le proposte che il presidente della Commissione europea ha presentato a Strasburgo davanti al Parlamento europeo c’è l’idea di creare un Corpo europeo della solidarietà. «Giovani persone in tutta l’Unione europea potranno proporre la loro opera di volontariato là dove è più necessario, per rispondere alle situazioni di crisi, come l’emergenza rifugiati o il recente terremoto in Italia», ha detto Juncker. La Commissione vuole che il nuovo organismo, una specie di Erasmus del volontariato, veda la luce entro la fine dell’anno e abbia 100mila membri da qui al 2020.

«Nel diventare membri del Corpo europeo di solidarietà, queste giovani persone saranno capaci di sviluppare i loro talenti, avere non solo un lavoro, ma accumulare anche una esperienza umana inestimabile», ha aggiunto Juncker. Il presidente della Commissione europea ha fatto notare che la parola solidarietà è citata 16 volte nei Trattati europei, ma che troppo spesso non viene messa in pratica, almeno quando è necessario affrontare l’emergenza immigrazione.

Dietro alla proposta dell’esecutivo comunitario vi sono due obiettivi. Da un lato cavalcare il volontariato, che esiste in molti paesi europei ma è troppo nazionale, poco europeo. In secondo luogo, Juncker vede nel Corpo europeo di solidarietà la possibilità di formare dei nuovi cittadini comunitari, legati all’Europa da una comune esperienza segnata dall’emergenza.

Contenuti correlati