Alternanza
Esperti

Alternanza scuola-lavoro, è obbligatoria l’iscrizione al registro di Unioncamere

6 Ottobre Ott 2016 1205 06 ottobre 2016
  • ...

Chi non ottempera a tale obbligo, limitandosi ad accordarsi con qualche istituto scolastico, rischia di mettere a rischio la validità del percorso di alternanza svolto presso la propria struttura. Il punto del nostro esperto

A seguito di un accordo tra MIUR, Unioncamere, Ministero dello Sviluppo Economico e Ministero del lavoro e delle politiche sociali è diventata obbligatoria l’iscrizione, gratuita, al “Registro nazionale per l’alternanza scuola lavoro”.

Tale registro è gestito dalle Camere di Commercio per i soggetti che intendono ospitare studenti nell’ambito dell’Alternanza scuola-lavoro, accedendo al sito scuolalavoro.registroimprese.it. Chi non ottempera a tale obbligo, limitandosi ad accordarsi con qualche istituto scolastico, rischia di mettere a rischio la validità del percorso di alternanza svolto presso la propria struttura creando non pochi problemi sia al ragazzo che all’istituto scolastico. Pertanto è opportuno che i referenti degli istituti scolastici prima di accordarsi con qualunque azienda si rendano conto che la stessa abbia proceduto all’iscrizione al “Registro nazionale dell’alternanza scuola-lavoro”.

Per iscriversi si dovrà accedere al sito selezionando il link “PROFILO” e tutte le informazioni che in fase di iscrizione vengono fornite da chi intende iscriversi dovranno essere sottoscritte utilizzando la firma digitale del legale rappresentante o del titolare dell’impresa.

Nell’iscriversi al registro tenuto da Unioncamere l’azienda dovrà indicare una serie di requisiti che possano essere di aiuto per i rappresentanti scolastici a poter scegliere al meglio l’azienda da contattare per inviare i propri studenti:

  • il numero massimo di studenti che intende ospitare;
  • i periodi dell’anno scolastico in cui dovrà svolgersi l’attività di alternanza scuola-lavoro;
  • le collaborazioni che il soggetto che si iscrive ha con altri operatori (enti, associazioni, camere di commercio, scuole, enti di formazione, etc.) con cui sono stati attivati percorsi di alternanza scuola lavoro;
  • le capacità strutturali, ovvero gli spazi adeguati in suo possesso;
  • le capacità tecnologiche, ovvero le attrezzature in suo possesso.

Al termine del procedimento di iscrizione l’azienda riceverà una notifica tramite PEC che vale come conferma di iscrizione dell’impresa nel registro imprese dedicato all’alternanza scuola-lavoro. Essendoci la possibilità di assumere anche apprendisti l’azienda che decide di iscriversi al registro dovrà indicare il numero massimo di apprendisti che intende ospitare.

Inoltre nell’iscriversi al registro l’azienda è bene che fornisca ulteriori informazioni che siano le più dettagliate possibili, in modo da definire al meglio l’offerta che intende proporre, indicando le figure professionali richieste, l’attività che si intende svolgere, il luogo dove l’attività verrà svolta indicando l’indirizzo completo,quando e per il numero di studenti è disponibile il singolo percorso, i contatti, etc.

In questo modo si offre la possibilità sia allo studente di cercarsi l’esperienza lavorativa di suo gradimento attraverso un percorso formativo di alternanza scuola-lavoro, sia alla scuola di intercettare i soggetti che possano ospitare al meglio gli studenti considerando la preparazione formativa da svolgere.