Venezia Tramonto
Anmil

Sicurezza sul lavoro: a Venezia la giornata nazionale

7 Ottobre Ott 2016 1516 07 ottobre 2016
  • ...

Sessantaseiesima edizione della manifestazione dedicata alle vittime degli incidenti sul lavoro con eventi in tutta Italia. Domenica 9 ottobre sulla laguna saranno presenti le istituzioni con il ministro Poletti. In una tavola rotonda si affronterà il problema degli infortuni sul lavoro che continuano a mantenere un livello preoccupante

“La Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro” è una manifestazione che affonda le sue radici nella storia dell’Anmil, la prima risale al 1951 con il nome di “Giornata nazionale del mutilato”. Ora siamo alla 66° edizione di una manifestazione che è stata istituzionalizzata nel 1998 con una direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri su richiesta dell’associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro.

Quest’anno la Giornata si celebra domenica 9 ottobre in tutta Italia, mentre la manifestazione nazionale è in programma a Venezia (ore 10 – 13 al Teatro Carlo Goldoni) con un evento che sarà aperto dai saluti della presidente del consiglio comunale Ermelinda Damiano, dell'assessore regionale ai servizi sociali, Manuela Lanzarin in rappresentanza del presidente della Regione Luca Zaia, del presidente territoriale Anmil Venezia Paolo Veclani e delle altre autorità locali.

L'immagine simbolo della 66° Giornata nazionale

Nel corso della giornata veneziana è in programma anche una Tavola rotonda coordinata Riccardo Bonacina alla quale prenderanno parte: il presidente nazionale Anmil, Franco Bettoni; il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti; il Sottosegretario di Stato all’Economia e alle Finanze, Pier Paolo Baretta; il presidente della Commissione Lavoro del Senato, Maurizio Sacconi; il presidente della Commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano; il presidente del Civ Inail, Francesco Rampi; il Commissario straordinario dell’Inail, Massimo De Felice; il direttore Lavoro e Welfare Confindustria, Pierangelo Albini; Susanna Camusso (Cgil), Gigi Petteni (Cisl) e il direttore della Tgr Rai Vincenzo Morgante.

I dati degli infortuni sul lavoro, che continuano a mantenere un livello preoccupante, saranno la base di un confronto tra i relatori presenti alla Giornata per capire cosa deve essere fatto anche in termini di prevenzione per invertirne la tendenza degli infortuni e delle malattie professionali e per garantire una prevenzione più efficace. Basti pensare ai dati nazionale dei primi otto mesi dell’anno (gennaio – agosto 2016) che rilevano un +1,58% di infortuni denunciato e un + 2,68% delle malattie professionali denunciate. Le morti sul lavoro invece segnano un’importante flessione passando dal 752 dei primi otto mesi del 2015 ai 651 dello stesso periodo di quest’anno (fonte dei dati Inail Open Data elaborati da Ammil).

In apertura della Giornata, alle ore 8.30, nella Chiesa di San Salvador (Sestriere di San Marco, 4835),viene celebrata una Messa in memoria di tutte le vittime del lavoro, officiata dal Patriarca di Venezia Francesco Moraglia.

Durante le manifestazioni organizzate in tutte le province d’Italia dalle sedi Anmil per celebrare la Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro, saranno raccolte le firme di quanti hanno a cuore la salute, la vita e i diritti di tutti i lavoratori per una petizione popolare che promuova la sicurezza sul lavoro, sensibilizzi istituzioni e opinione pubblica sulla tutela delle vittime del lavoro e delle loro famiglie è possibile firmare anche su change.org

Contenuti correlati