Farmaci
Medicina e risparmio

Salute: farmaci generici ancora in crescita in Italia

13 Ottobre Ott 2016 1026 13 ottobre 2016
  • ...

Sono meno cari ma ugualmente efficaci, e guadagnano di anno in anno crescenti quote di mercato. I farmaci generici sono stati al centro di un rapporto Nomisma, che evidenzia un aumento dei ricavi delle aziende del settore pari al 42% in più negli ultimi cinque anni

Piacciono sempre di più agli italiani i farmaci generici, quelli cioè con principi attivi identici ad altri “di marca” e quindi ugualmente efficaci, ma meno cari. Le imprese del settore sono infatti in crescita negli ultimi cinque anni, come emerge dal secondo rapporto Nomisma sul Sistema dei Farmaci Generici realizzato per Assogenerici, sia per quanto riguarda i ricavi (+42%) che per valore aggiunto (+28,4%), numero di dipendenti (+12,6%), retribuzioni (+26%) e investimenti materiali e immateriali (+5,6% e + 65,8%), con performance nettamente superiori rispetto alla media dell’industria farmaceutica.

La crescita – si nota nel report – è particolarmente robusta per quanto riguarda il mercato ospedaliero: i generici nel 2015 rappresentavano infatti il 27% delle dosi consumate dalle strutture sanitarie pubbliche, anche se a livello di valore incidono solo per il 2,1% della spesa, riflettendo così – si legge - «l’enorme divario di prezzo con i farmaci innovativi sia la costante pressione sui prezzi alla quale i farmaci a brevetto scaduto sono sottoposti tramite le procedure di gara ospedaliere». Nel mercato di classe A (farmaci rimborsabili), i generici detengono una quota di mercato a valore che è rimasta stabile negli ultimi tre anni (29%), mentre nella classe C (farmaci non rimborsabili), conquistano quote con lentezza (7,8% nel 2015). I farmaci generici, infine, rappresentano meno di un quarto (22,4%) del valore totale dei farmaci a brevetto scaduto: percentuale in aumento, ma ancora inferiore rispetto a quella relativa ai volumi, a segnalare un prezzo unitario medio certamente più basso per i farmaci generici rispetto agli altri farmaci a brevetto scaduto.

Contenuti correlati