Milano Per Tutti
Accessibilità

"Milano per tutti" online il portale

20 Ottobre Ott 2016 1840 20 ottobre 2016
  • ...

Il portale è stato realizzato dalle principali associazioni lombarde delle persone con disabilità, in prima linea Ledha e Fand e promosso dal Comune. L'obiettivo è offrire informazioni e strumenti ai turisti che vogliono scopire la città accessibile

Un riconoscimento che non è stato solo un punto di arrivo, ma un punto di partenza. Questo per Milano è risultato essere il “City Access Award 2016” che l’Unione europea ha assegnato al capoluogo lombarda l’8 dicembre scorso. Si tratta di un riconoscimento che viene assegnato ogni anno alle città che, nel corso dei dodici mesi precedenti, hanno messo in atto buone pratiche in tema di accessibilità per le persone con disabilità motorie, sensoriali e con ridotte capacità di movimento e che arrivava alla città di Milano dopo gli sforzi messi in atto per rendere la città accessibile durante Expo.

«L'obiettivo di migliorare l'accessibilità della città di Milano per le persone con disabilità è stata la molla che ci ha spinto a metterci subito al lavoro, assieme al Comune di Milano», spiegano Alberto Fontana, presidente di Ledha (Lega per i diritti delle persone con disabilità), e Nicola Stilla presidente di Fand (Federazione tra le associazioni nazionali delle persone con disabilità), partner del progetto. Nasce così “MilanoPerTutti”, un progetto promosso dal Comune di Milano e realizzato dalle principali associazioni lombarde delle persone con disabilità (Aias, Anffas, Anmic, Anmil, Ens, Fand, Forum della solidarietà Lombardia, Ledha, Uici e Unms)

Come molte metropoli – osserva una nota di Ledha -, Milano non è una città totalmente accessibile. Ma non è nemmeno “impossibile” da visitare per le persone con disabilità: con le giuste informazioni, infatti, è possibile andare alla scoperta di Milano e delle sue principali attrattive. Non solo chiese e musei, ma anche i parchi, le strade dello shopping, le piazze, i ristoranti e i tanti locali notturni.

Le associazioni aderenti al progetto hanno raccolto informazioni oggettive e affidabili grazie al lavoro di operatori qualificati che hanno visionato personalmente le strutture turistiche segnalate.
È stata mappata l'accessibilità dei mezzi di trasporto ed in generale la mobilità in città. Sono stati visionati numerosi alberghi e ristoranti e i principali siti di interesse storico, culturale e artistico. Sono stati individuati dieci itinerari turistico-culturali che permetteranno anche ai turisti con disabilità motorie di apprezzare le bellezze della città.

«Con questo sito, che prosegue l'esperienza di Expofacile.it, mettiamo a disposizione di chi abita a Milano o decide di visitarla uno strumento utile per sapere dove andare, come muoversi con i mezzi pubblici, a quali luoghi poter accedere, dai musei ai ristoranti, ai teatri e ai luoghi di interesse turistico e culturale. Anche così Milano diventa più accogliente e inclusiva senza dimenticare che il percorso verso la piena accessibilità è ancora molto lungo. Intanto però è iniziato e sta dando, grazie alla collaborazione del Comune e il Terzo settore i primi risultati», afferma l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Milano, Pierfrancesco Majorino.
In home page del nuovo sito anche una presentazione nella lingua dei segni

Contenuti correlati