Getty Images 617661954
Migranti

Calais, comincia lo sgombero della Jungle. Le immagini

24 Ottobre Ott 2016 1140 24 ottobre 2016
  • ...

Alle 6:15 circa sono giunti i primi autobus nell'insediamento nel nord della Francia dove vivono da 18 mesi fra i 6.400 e gli 8.300 profughi. Intanto in Italia oggi sono sbarcate 4292 persone

È cominciato questa mattina all'alba lo sgombero della “Giungla” di Calais dove Vita.it era stata qualche mese fa per conoscerne le condizioni di vita e le storie. Alle 6:15 circa sono giunti i primi autobus nell'insediamento nel nord della Francia dove vivono da 18 mesi fra i 6.400 e gli 8.300 migranti: ad aspettarli c'erano già centinaia di persone, arrivate in una sorta di grande hangar noleggiato per l'occasione dalle autorità, che si trova a circa 300 metri dalla bidonville. I migranti non sanno ancora dove verranno trasferiti, ma intanto i residenti dei comuni che dovranno accoglierli - Allex, Saint-Denis-de Cabanne, San Brevin - hanno protestato in tutto il Paese contro il loro arrivo.

Le immagini

Intanto in Italia l'emergenza continua.
Solo oggi infatti 4292 persone - tra le coste del Nordafrica e quelle siciliane - sono giunte o giungeranno in diversi porti italiani. In più in Salento è approdato un veliero con un centinaio di migranti a bordo: tra loro anche 4 donne e una ventina di minori non accompagnati.

Nel mesto bollettino degli arrivi si contano anche 18 morti:

  • Augusta - 758 a bordo del mercantile Tanker Okyroe
  • Palermo - 1117 migranti a bordo della nave Siem Pilot
  • Trapani - La nave Dignity I con 552 persone e una salma
  • Messina - 857 persone a bordo della nave Werra
  • Crotone - La nave Corsi con 358 migranti a nordo
  • Pozzallo - La nave Beckett con 650 migranti
  • Taranto - La nave Aquarius giungerà domani con 520 migranti

Nel canale di Sicilia in attesa di altri salvataggi restano la nave Dattilo che ha già a bordo 434 migranti, la nave Iuventa con 278 migranti a bordo, la nave Rio Segura con 117 persone raccolte davanti le coste libiche.

Contenuti correlati