Concerto YTOEY 29Gennaio2015 Milano
Fondazione Ant

Giovani talenti in concerto per i coetanei malati

27 Ottobre Ott 2016 1648 27 ottobre 2016
  • ...

La Young Talents Orchestra EY suona per sostenere il nuovo progetto "Tutti per uno... uno per tutti" che la Fondazione ha pensato per offrire ai ragazzi delle scuole secondarie gli strumenti per gestire le situazioni critiche legate alla malattia di un loro compagno di classe

Tutti per uno… uno per tutti, non è solo uno slogan o il motto dei Quattro moschettieri di Alexandre Dumas è anche il titolo di un progetto di Fondazione Ant rivolto alle scuole primarie e secondarie di Bologna per offrire agli studenti strumenti utili alla gestione di situazioni critiche legate alla malattia a partire dalla scuola, l’ambiente intorno al quale ruota la loro quotidianità.

Ed è per questo progetto a sostegno dei ragazzi che combattono una malattia oncologica che i giovani talenti della della Young Talents Orchestra EY (nella foto in apertura in un concerto a Milano) suoneranno nella tappa autunnale di Bologna. Fondazione EY Italia Onlus ha scelto, infatti, di sostenere questo progetto di Fondazione Ant con il concerto bolognese dell’orchestra guidata dal maestro Carlo Rizzari in programma al Teatro Duse (21 novembre alle ore 20.30).

Il nuovo progetto di Fondazione Ant è un percorso di psico-educazione che gli psicologi Ant realizzeranno nelle classi ove sia presente un caso di malattia oncologica, con l’obiettivo di stimolare nei ragazzi un processo di elaborazione cognitiva ed emotiva che li conduca a vivere ciò che sta accadendo non soltanto come un evento traumatico, ma come un elemento catalizzatore di crescita personale.

Il progetto testimonia il costante impegno della Fondazione EY Italia Onlus nell’offrire sostegno ai giovani in situazioni di disagio. A sostegno di Tutti per uno… uno per tutti, i 43 giovani musicisti della Young Talents Orchestra EY affronteranno a Bologna diverse sfaccettature dello stile musicale viennese del XVIII-XIX secolo, aprendo la serata con la brillante ouverture da Le Nozze di Figaro ed esibendosi nella Sinfonia Concertante di Haydn. Seguirà la Sinfonia n. 7in la maggiore, uno dei più decantati capolavori della produzione di L. van Beethoven. (dettagli in agenda)

Contenuti correlati