Garambomo XX 2016
Milano

Torna il Banco di Garabombo, equo solidale da 20 anni

4 Novembre Nov 2016 1720 04 novembre 2016
  • ...

Riapre sabato 5 novembre lo storico tendone dello shopping solidale milanese. L'iniziativa, dal 2012 riconosciuta come "Manfestazione tradizionale", durerà fino all'8 gennaio. Aperta tutti i giorni dalle 9 alle 20 è promossa tra gli altri dalla cooperativa Chico Mendes Altromercato

Da venti anni l’avvicinarsi del periodo natalizio vede alzarsi in un grande spiazzo lo storico tendone del commercio equo e solidale e dell’economia sociale del Banco di Garabombo. Dal 2012 inoltre, l’iniziativa è stata riconosciuta come “Manifestazione tradizionale milanese” e patrocinata dal Comune di Milano. Per chi ama lo shopping solidale sabato 5 novembre nel piazzale di via Mario Pagano apre i battenti la ventesima edizione che proseguirà fino all’8 gennaio: il bianco tendone di Garabombo, 450 mq che lo rendono il più grande negozio temporaneo d’Europa per i prodotti «100% buoni, belli, giusti e sostenibili» come sottolinea una nota degli organizzatori (Cooperativa Chico Mendes Altromercato, Radio Popolare e cooperativa Librerie in Piazza).

Oltre 60mila i visitatori che ogni anno frequentano il Banco di Garabombo dove possono trovare oltre 2mila referenze, proposte idee regalo originali, etiche e sostenibili, che provengono da tutta Italia e dal Sud del mondo.

Tra le novità di questa edizione numero venti anche un cambio di aspetto: sono stati rinnovati sia l’insegna, sia la comunicazione interna ed esterna oltre che l’esposizione dei prodotti.


In apertura il tendone del Banco di Garabombo con la nuova grafica - Sopra scatti fatti all'interno durante l'edizione 2015-2016

È stata introdotta una nuova sezione che raggruppa i prodotti alimentari sotto l’insegna “La Buona Bottega” che indica il nuovo negozio di Chico Mendes Altromercato in piazzale Baracca 6, a pochi metri dal tendone dove i prodotti alimentari di filiera corta, bio, equi e solidali saranno disponibili tutto l'anno.

Anche quest’anno vi è un progetto sotto l’obiettivo (negli anni passati i prodotti realizzati in carcere o l’iniziativa “facciamo un pacco alla Camorra” - vedi news ). Quest’anno in particolare si segnala il progetto Calabria solidale: olio extravergine di oliva, arance e confetture di agrumi da terreni confiscati alle mafie; paté di olive nere, melanzane, funghi e pomodorini secchi sottolio, coltivati nel pieno rispetto delle persone e dell’ambiente; cipolla rossa di Tropea, olive in salamoia, nduja di Spilinga, peperoncini ripieni di acciughe e prodotti che rispettano la tradizione e le risorse del territorio; vino Terre di Gerace bianco e rosso e un eccellente passito Greco di Bianco che nasce da vitigni secolari recuperati; succhi di frutta buoni, naturali e ricchi di benefici.
Il marchio Calabria Solidale è nato per valorizzare le eccellenze locali ed è il risultato di un commercio equo e solidale tra il Sud e il Nord d’Italia che garantisce una filiera corta, trasparente, etica e sostenibile.

Contenuti correlati