Milano

I migranti ripuliscono il Parco delle Basiliche e i giardini Indro Montanelli

14 Novembre Nov 2016 1605 14 novembre 2016

Alcuni degli ospiti della Caserma Montello partecipano alle iniziative del Comune e ripuliscono la città. I Fratelli di San Francesco d'Assisi Onlus, l'associazione che gestisce la caserma, nei prossimi giorni partirà anche con dei corsi di italiano e di formazione per agevolare l'inserimento nella comunità

  • ...
Volontari Ospiti Montello 2
  • ...

Alcuni degli ospiti della Caserma Montello partecipano alle iniziative del Comune e ripuliscono la città. I Fratelli di San Francesco d'Assisi Onlus, l'associazione che gestisce la caserma, nei prossimi giorni partirà anche con dei corsi di italiano e di formazione per agevolare l'inserimento nella comunità

Prima che arrivassero alla Caserma Montello, qualcuno ha storto il naso. C’è addirittura un gruppo Facebook – ancora attivo – “No ai profughi alla Caserma Montello”, che per fortuna piace a poche persone (appena 1437).

Lo spirito vero di accoglienza dei milanesi, infatti, è un altro. E i profughi – tutti richiedenti asilo – che alla fine nella caserma ci sono entrati, stanno già facendo di tutto per diventare parte di questa bella comunità.

Complessivamente hanno raccolto 600 sacchi di foglie, 18 tonnellate ai Giardini di Indro Montanelli e hanno rimbiancato lun edificio nel Parco delle Basiliche. Ma questa iniziativa – che si è tenuta ieri 13 novembre – non è stata la prima…

Già la scorsa settimana infatti hanno ripulito gli spazi attorno alla caserma di via Francesco Caracciolo e si sono detti disponibili anche per tutte le altre iniziative future. I progetti sono nati dalla collaborazione tra l’assessorato delle politiche sociali del comune di Milano e l’associazione Fratelli di San Francesco d’Assisi Onlus che gestisce la caserma di Montello.

«Vorremmo che le loro azioni volontarie venissero riconosciute dal Comune con un documento che attesti il lavoro svolto», ha dichiarato l’assessore Pierfrancesco Majorino. «Da inizio settembre», continua Majorino, «sono 800 i migranti che abbiamo reclutato come volontari per questa sorta di lavori utili, che servono sia a restituire un senso di utilità alle persone che aspettano mesi nei centri d'accoglienza in attesa del permesso di soggiorno, sia a dare ai cittadini l'idea che la presenza dei migranti può essere anche una grande risorsa per Milano».

Questo weekend i richiedenti asilo di Montello hanno raccolto 600 sacchi di foglie, 18 tonnellate. Attualmente in caserma ci sono circa 200 ospiti, i primi 80 sono entrati il 31 ottobre. La capienza massima è di 300. Oggi partono in caserma i corsi di italiano e a breve inizieranno corsi di formazione per imparare un lavoro.

Contenuti correlati