Scuola Acquasanta Terme Misericordie
Misericordie

Il Social Bond "Ubi Comunità" per la nuova scuola di Acquasanta Terme

15 Novembre Nov 2016 1729 15 novembre 2016
  • ...

Ubi Banca ha emesso le nuove obbligazioni denominate "Ubi Comunità per Confederazione Nazionale delle Misericordie d'Italia": lo 0,50% del valore nominale andrà a beneficio del progetto nel comune colpito dal sisma del 24 agosto. L'ultimazione dei lavori è prevista per la fine di novembre

È legata alla costruzione già in corso della nuova scuola dell’infanzia e primaria di Acquasanta Terme (AP) l’ultima emissione del prestito obbligazionario solidale per un ammontare complessivo di 40 milioni di euro “UBI Comunità per Confederazione Nazionale delle Misericordie d'Italia”.

La struttura scolastica in costruzione potrà ospitare fino a 140 bambini. L’area su cui sta sorgendo, individuata su indicazione congiunta della Protezione Civile e del Comune, col consenso del Miur ha una superficie complessiva di 800 mq.

Per la realizzazione del progetto UBI Banca, Confederazione nazionale delle Misericordie d’Italia e il Comune di Acquasanta Terme, in coordinamento il ministero dell’Istruzione, hanno siglato uno specifico accordo che prevede che, al termine dei lavori, la scuola sarà consegnata al Comune di Acquasanta che ne diventerà il proprietario.

Il contributo complessivamente devoluto da UBI Banca alla Confederazione Nazionale delle Misericordie d'Italia a titolo di liberalità può arrivare fino a 200mila euro in caso di sottoscrizione dell’intero ammontare nominale delle obbligazioni oggetto dell’offerta.

«Grazie all’impegno profuso da tutti i soggetti coinvolti otterremo in breve tempo un risultato concreto per le insegnanti, i bambini e tutta la comunità di Acquasanta Terme e lo strumento del Social Bond, come già successo in molte occasioni, permetterà alla nostra clientela di affiancarsi all’impegno diretto da parte del nostro Gruppo nel contribuire alla realizzazione del progetto», ha affermato Letizia Moratti, presidente del Consiglio di Gestione di UBI Banca.

Qui e in apertura la scuola in costruzione ad Acquasanta Terme. La conclusione dei lavori è prevista per la fine di novembre

«Quella di Acquasanta è una delle tre scuole che abbiamo realizzato nei territori colpiti dal sisma ed è una ulteriore dimostrazione della grande capacità di innovazione del nostro movimento», – ha affermato Alberto Corsinovi Consigliere di Presidenza della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia con delega alle Emergenze. «Abbiamo iniziato a svolgere funzioni nuove che hanno dato un contributo ancor più concreto all’interno di questa terribile emergenza. Abbiamo portato avanti con forza e disponibilità il nostro ruolo di servizio ed assistenza alla popolazione, ma abbiamo anche contribuito alla velocizzazione dei processi di ricostruzione di strutture pubbliche con la trasparenza che da sempre ci contraddistingue. Il più grande ringraziamento va sempre e comunque alle centinaia di volontari provenienti da tutta Italia che hanno sostenuto con grande forza le popolazioni, sia con la loro presenza che con la raccolta di aiuti economici e di materiali».


Le obbligazioni, emesse da UBI Banca, hanno taglio minimo di sottoscrizione pari a 1.000 euro, durata 3 anni, cedola semestrale, tasso annuo lordo pari al 0,30% il primo anno, 0,45% il secondo anno e 0,60% il terzo anno. Possono essere sottoscritte dal 15 novembre 2016 al 7 dicembre 2016, salvo chiusura anticipata o estensione del periodo di offerta.
L’offerta è collocata presso le filiali di Banca Popolare di Bergamo, Banco di Brescia, Banca Popolare Commercio e Industria, Banca Regionale Europea, Banca Popolare di Ancona, Banca Carime, Banca di Valle Camonica, IWBank Private Investment e UBI Banca.

Da aprile 2012 a novembre di quest’anno il Gruppo UBI Banca ha emesso 80 Social Bond UBI Comunità, per un controvalore complessivo di oltre 831 milioni di euro, che hanno reso possibile la devoluzione di contributi a titolo di liberalità per oltre 4 milioni di euro volti a sostenere iniziative di interesse sociale e sono stati sottoscritti da circa 30.000 clienti del Gruppo UBI.

Contenuti correlati