Migranti5
Mondo

Migrazioni indotte da cambiamenti climatici

23 Novembre Nov 2016 1430 23 novembre 2016
  • ...

Alla Fondazione Enrico Mattei una importante conferenza dedicata a cause e impatti dei movimenti delle popolazioni. Tra i possibili motivi il cambiamento climatico: come aumento della temperatura, aridità del suolo e moltiplicarsi di eventi estremi mettono in scacco vecchie visioni del problema

Si conclude oggi a Milano presso la Fondazione Mattei la Climate-induced Migration, una due giorni organizzata dalla stessa Fondazione Enrico Mattei e dalla Commissione Europea dedicata al tema delle migrazioni umane come risposta adattiva allo stress causato dalcambiamento climatico.

Attraverso gli interventi di esperti internazionali, la conferenza ha approfondito cause ed effetti del fenomeno migratorio connesso ai radicali mutamenti climatici che stanno toccando il nostro pianeta.

L’innalzamento delle temperature globali, le variazioni nelle precipitazioni, così come un’aumentata intensità e frequenza degli eventi estremi come siccità o inondazioni, sono una manifestazione del cambiamento climatico che, come conseguenza, ha portato a un incremento del livello di pericolosità e di rischiosità dei disastri naturali. La migrazione di individui e comunità dalle zone più esposte agli impatti è tra le possibili conseguenze del cambiamento climatico.

Il fenomeno migratorio è complesso e alla sua origine vi sono una combinazione di fattori non solo ambientali ma anche economici, sociali, politici e demografici. Per questa complessità, nei prossimi anni l’incertezza sulle previsioni dei flussi migratori dovuta al cambiamento climatico è ancora alta.

Nella tavola rotonda prevista al termine della Conferenza, gli esperti delle sessioni scientifiche si faranno portavoce di quanto emerso nel corso dei lavori e si confronteranno con esponenti delle istituzioni coinvolte nel processo decisionale. L’obiettivo della sessione è raccogliere opinioni sui modi per contribuire a nuove politiche migratorie che tengano in considerazione gli sviluppi più innovativi del pensiero circa il legame tra cambiamento climatico e migrazione.

Partecipano alla tavola rotonda: Emma Bonino, European Council of Foreign Relations (ECFR); Saskia Sassen, Columbia University; Etienne Piguet, Université de Neuchâtel; Michel Beine, University of Luxembourg; Stephane Jaquemet, UNHCR Regional Representative for Southern Europe; Stefano Signore, DG International Cooperation and Development (DEVCO) of European Commission.