No Slot

Slot Mob: «Divieto assoluto e totale di pubblicità dell’azzardo»

23 Novembre Nov 2016 0923 23 novembre 2016

«Il divieto della pubblicità dell’azzardo, oltre ad essere ovvio e comprensibile per coloro che hanno a cuore il bene comune, si rivela uno strumento importante per tutelare la libertà di informazione. Parlamentari e Governo non hanno più scuse: la pubblicità dell'azzardo va vietata subito»

  • ...
Slot Mob
  • ...

«Il divieto della pubblicità dell’azzardo, oltre ad essere ovvio e comprensibile per coloro che hanno a cuore il bene comune, si rivela uno strumento importante per tutelare la libertà di informazione. Parlamentari e Governo non hanno più scuse: la pubblicità dell'azzardo va vietata subito»

Con un breve e incisivo comunicato, il coordinatore del gruppo interparlamentare sull’azzardo, il deputato del Pd Lorenzo Basso, ricorda l’insabbiamento nella Commissione Finanze della Camera da oltre un anno, della proposta di legge per il divieto assoluto dell’azzardo per ogni mezzo di comunicazione e sponsorizzazione.

Per questo motivo invita i suoi colleghi a votare tutte le ipotesi legislative, a prescindere dal colore politico dei deputati e senatori che le hanno promosse, finalizzate al divieto totale di pubblicità. A tal fine Basso segnala le proposte emendative depositate in V Commissione alla Legge di Bilancio 2017 da parte di altri parlamentari come il deputato Matteo Mantero del M5S e altre che saranno depositate direttamente in Aula, impegnandosi personalmente a presentarne altre se non dovessero essere accolti gli emendamenti presentati in commissione.

Il divieto della pubblicità dell’azzardo, oltre ad essere ovvio e comprensibile per coloro che hanno a cuore il bene comune, si rivela uno strumento importante per tutelare la libertà di informazione. E invece siamo costretti ad assistere allo scandalo dell’accordo tra la Federazione italiana gioco calcio e Intralot, multinazionale dell’azzardo, in base a presunti “valori condivisi”, come dichiarano in modo imbarazzante i vertici della federazione calcistica in linea con gli accordi già stipulati tra Coni e Lottomatica.

Invitiamo tutti i parlamentari, animati da retta coscienza e onore, a disobbedire agli ordini di scuderia e a votare compatti per introdurre il divieto assoluto della pubblicità dell’azzardo. Non avete scuse.

Contenuti correlati