Turismo

Natale: arrivano le prime smartbox di viaggi responsabili

12 Dicembre Dic 2016 0947 12 dicembre 2016

Li hanno lanciati operatori del settore membri delle associazioni di viaggi responsabili e solidali, per contrastare le tante "bufale" in circolazione e offrire esperienze di turismo a contatto col territorio. Una parte del ricavato va a sostenere giovani imprenditori delle zone terremotate

  • ...
Giftbox Equotube Equotube
  • ...

Li hanno lanciati operatori del settore membri delle associazioni di viaggi responsabili e solidali, per contrastare le tante "bufale" in circolazione e offrire esperienze di turismo a contatto col territorio. Una parte del ricavato va a sostenere giovani imprenditori delle zone terremotate

Sono tanti, promettono esperienze magiche, viaggi da sogno, fughe romantiche, weekend enogastronomici: sono i cofanetti-regalo (o smartbox) che si acquistano a prezzi vantaggiosi e danno diritto a trascorrere una o più notti in strutture alberghiere o agriturismi in Italia e all’estero. Regali gettonatissimi per le feste natalizie, si arricchiscono dal 2016 di una nuova opportunità: gli EquoTube.

Si tratta di GiftTube rigorosamente sostenibili, ideati da membri dei principali circuiti del turismo responsabile e solidale. AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile), EARTH (European Alliance Responsible Tourism and Hospitality), Ecolnet. Tutte le strutture convenzionate – assicurano i promotori - rispondono ad una precisa Carta di Valori del Turismo Responsabile e alla Carta Italiana dell’Ospitalità Responsabile. Inoltre il prezzo è chiaro e promette trasparenza, mettendo il viaggiatore al riparo da sgradite sorprese. Sei le proposte: Assaggi di Natura, Viaggi Attivo Benessere, Ecovacanze da Oscar, Soggiorno responsabile, Equogusto e Scappatelle di natura (prezzi da 45 a 239 euro per smartbox).

Inoltre, gli Equotube aderiscono all’iniziativa pro terremotati “La rinascita ha il cuore giovane” promossa da Legambiente, Libera, Altromercato, Federparchi, Alleanza Cooperative Italiane Giovani, Alce Nero e Fondazione Symbola, che ha istituito un fondo per aiutare giovani imprenditori e cooperative delle zone colpite dal sisma che hanno subito danni a strutture e produzioni. I primi 23mila euro (su un totale, per ora, di 33mila) sono stati assegnati il 7 dicembre a giovani imprenditori che a causa del terremoto hanno subito gravi danni alle loro attività e che realizzano produzioni di qualità svolte in armonia col territorio. Per ogni tubo acquistato, 1 euro verrà devoluto alla campagna.

Contenuti correlati