1280X720 1480588809227 Telethon
Fondi in crescita

Telethon: ottimo risultato per la maratona tv

20 Dicembre Dic 2016 1139 20 dicembre 2016
  • ...

La Fondazione raccoglie oltre 31,6 milioni di euro, in aumento sul 2015. Grazie alla generosità degli italiani si sono sostenuti negli anni più di 2.600 progetti con più di 1.600 ricercatori coinvolti, e oltre 470 malattie genetiche rare studiate

Cresce la raccolta di Telethon: quest’anno la maratona tv si chiude con 31 milioni e 627.553 euro (in lieve aumento rispetto al 2015, quando furono totalizzati 31.594.911 euro) per sostenere e finanziare la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare. È possibile però continuare a donare per tutta la giornata di oggi, 20 dicembre, tramite SMS solidale al 45510, e tutto l'anno sul sito di Fondazione Telethon.

«La partecipazione e l'entusiasmo del pubblico per questa edizione dimostrano la generosità degli italiani nonostante le incertezze economiche e gli accadimenti che hanno segnato il nostro Paese nel 2016», è il commento della Fondazione. "Presente" (#presente) è l'appello lanciato quest'anno e il titolo della campagna: un invito a partecipare alla gara di solidarietà per contribuire alla ricerca a cui tutti siamo chiamati. «Anche quest'anno - spiega Francesca Pasinelli, direttore generale di Fondazione Telethon - non possiamo che ringraziare la fiducia riposta nel nostro impegno ma soprattutto la generosità degli italiani, che ha superato ogni più ottimistica aspettativa. Con questa campagna abbiamo chiesto a tutti di esser presenti in una battaglia importante e in tanti hanno deciso di rispondere con donazioni e azioni, da casa, nelle piazze e sui social media. L'idea che vogliamo continuare a sostenere è che non c'è una vita meno importante delle altre, quelle dei malati ma anche quelle di tutte le persone che possono fare qualcosa per loro». I fondi raccolti in questi anni hanno permesso di sostenere più di 2.600 progetti con più di 1.600 ricercatori coinvolti e oltre 470 malattie genetiche rare studiate. Grazie a questi fondi è stato possibile arrivare alla messa a punto di strategie terapeutiche come quella contro l'ADA-SCID, la malattia dei "bimbi in bolla", e altre gravi malattie genetiche. «La nostra promessa è quella di continuare su questa strada con lo stesso impegno e inseguendo risultati sempre migliori», conclude il direttore della Fondazione.

Contenuti correlati