Banner
Enzo B

Coltivare futuro: le nostre tre novità per il 2017

25 Gennaio Gen 2017 1219 25 gennaio 2017
  • ...

Enzo B apre il nuovo anno con tre novità: i WebExpress, incontri online per sciogliere i dubbi delle coppie che stanno vivendo il percorso dell'adozione; le Storie di Adozione, per mantenere vivo l'obiettivo, che è il diventare famiglia con un bambino che ci aspetta lontano; l'apertura all'affido, con incontri informativi dedicati.

Le pulizie di primavera, per Enzo B, sono iniziate già gennaio. Il 2017 vuole essere un anno in cui faremo prendere aria al vecchio modus operandi, introducendo alcune novità per dare un sapore nuovo al mondo delle adozioni e non. Ecco cosa abbiamo messo in campo per ritinteggiare di colori nuovi il nostro lavoro.

“STORIE DI ADOZIONE”: IL NOSTRO STORYTELLING
Notizie scandalo e scoop malandrini stuzzicano da sempre la curiosità della gente e per il mondo delle adozioni internazionali non è diverso. Sul finire del 2016, Enzo B ha deciso quindi di puntare l’attenzione sulla vera essenza dell’adozione, quelle emozioni, impressioni, pensieri che cono il cuore di ogni racconto della storia di un’adozione. Una volta al mese vi racconteremo una "storia di adozione" (qui la prima, la testimonianza di una coppia che ha adottato una bimba in Cina).
Quando una coppia si trova nel bel mezzo del percorso adottivo, tutto ciò che la circonda sembra un grigio mix di attesa, burocrazia, paure, trepidazione, silenzi: spesso si ristagna in questa nebbia, perdendo di vista il sole, ciò che c’è ad attenderci alla fine della via. Noi abbiamo voluto dare voce a chi è già arrivato a toccare il sole: a chi, finalmente, ha sotto il tetto di casa una vocina in più. «L’adozione porta con sé qualcosa di inaspettato», chiediamo nelle nostre interviste: ebbene sì, volare dentro un’avventura di vita permette di riflettere su dinamiche inaspettate. Approfondire, dal punto di vista antropologico, non solo emotivo, questi strani primi incontri è il binario su cui vuole viaggiare il nostro blog.
Tra emozione e quotidianità, tra istantanee e pensieri, le nostre famiglie si raccontano, sperando di regalare qualche minuto di sorrisi ai lettori, con una narrazione semplice ed immediata. Ecco che l’adozione internazionale torna ad assumere un’immagine nitida e colorata: un bimbo, o bimba, che vive la giornata con voi, gioca, cresce e che contribuisce a ridisegnare un nuovo significato della vita. È in parte quello che serve, in questo momento, alle coppie italiane che si avvicinano a questo bellissimo mondo un po’ impaurite, un po’ dubbiose, ma determinate a scoprire cosa ci sia alla fine di questo confuso arcobaleno.

ADOZIONI 2.0
Avete iniziato con entusiasmo il percorso adottivo, ma vi sentite come turisti in una città straniera a cui hanno rubato la cartina e la cui guida è scappata: come ci muoviamo adesso? È a questo bisogno che Enzo B ha voluto dare una risposta, semplice e concreta. Abbiamo ideato un format che, attraverso il prezioso aiuto della tecnologia, è in grado di far emergere un momento di scambio e di formazione, piuttosto che consegnare al destinatario un pacchetto di informazioni preconfezionate: sono i WebExpress, che si tengono ogni mercoledì alle 18. Basta iscriversi a meetingpro@enzob.org e poi collegarsi da casa.
Bene, avete una cartina per muovervi: il nostro intento è di provare a suggerirvi il modo migliore per leggerla ed arrivare a destinazione senza troppi scivoloni. Un metodo per un cammino oculato, che porti al traguardo finale. Ricordando che questo è un cammino di gioia, potremo affrontare con serenità argomenti che forse per molti stavano diventando troppo pesanti.

AFFIDO
Un’altra novità che Enzo B ha deciso di introdurre con il nuovo anno è quella di mettere a disposizione del mondo dell’affido le nostre competenze e i nostri strumenti. È un passo importante, su cui le nostre energie vogliono essere ben spese, poiché lo scopo, come quello delle adozioni, è sempre lo stesso: rispondere ad un interesse del minore.
Un’immagine dell’affido è quella di un ponte: da un lato la famiglia d’origine, dall’altra quella affidataria. Il ponte permette il passaggio da una sponda all’altra e, soprattutto, il ritorno verso la famiglia naturale. A tutti i protagonisti attivi cercheremo di dedicare il nostro lavoro, con l’obiettivo di garantire informazione, orientamento e formazione per affrontare al meglio questo percorso che chiede molto, ma altrettanto dà.
Siamo partiti il 19 gennaio con il primo degli incontri che terremo settimanalmente, sempre tramite lo strumento del WebExpress, durante i quali introduciamo le famiglie alle dinamiche che muovono l’affido, dalle più semplici alle più strutturate (data e ora verranno aggiornate sul sito di Enzo B).
Si parte da un semplice, seppur non banale, servizio di orientamento sull'istituto dell'affido, le sue potenzialità ed effetti, affiancando un lavoro di orientamento concreto che porta ad indirizzare la richiesta che ci perviene ai dovuti professionisti (ad esempio il Consultorio o il Centro Affidi di riferimento). In parallelo stiamo lavorando ad una convenzione che permetta a Enzo B di essere canale di comunicazione tra la comunità e le istituzioni e che, al tempo stesso, sia anche di supporto alle stesse con la "prima accoglienza" degli utenti che desiderano intraprendere un percorso di formazione per l'affido.

Contenuti correlati