Formazione

REVaLUE, con Erasmus+ opportunità di lavoro anche per i rifugiati

6 Febbraio Feb 2017 1545 06 febbraio 2017

Un progetto europeo che comprende sette organizzazioni della società civile in partenariato, capofila, l'ente italiano Erifo.La base di partenza è il fatto che molte person in Europa con protezione internazionale abbiano già ottenuto livelli qualificati di apprendimento nel loro paese di origine: facilitare l'incrocio domanda-offerta può essere un beneficio per loro e per la società che li ha accolti

  • ...
Rifugiati In Casa
  • ...

Un progetto europeo che comprende sette organizzazioni della società civile in partenariato, capofila, l'ente italiano Erifo.La base di partenza è il fatto che molte person in Europa con protezione internazionale abbiano già ottenuto livelli qualificati di apprendimento nel loro paese di origine: facilitare l'incrocio domanda-offerta può essere un beneficio per loro e per la società che li ha accolti

"Un progetto estremamente necessario visto che per i rifugiati uno dei problemi cruciali resta, da anni, l’ingresso al lavoro regolare", scrive il portale informativo Viedifuga.org: si tratta di REVaLUE, un'azione per verificare e certificare le comptenze delle persone arrivate in Europa con già all'attivo formazione professionale di alto livello in vista di un accesso più immediato rispetto alle difficoltà attuali verso il mondo del lavoro. "Le prerogative ci sarebbero visto che fra i 29mila migranti accolti nella rete Sprar nel 2015 oltre la metà dei beneficiari aveva un livello di formazione alto".

Il progetto REVaLue è partito a settembre 2016 e durerà per tre anni, fino al 31 agosto 2019 quando le organizzazioni coinvolte termineranno la fase progettuale e presenteranno i prodotti realizzati fra cui un toolkit per la valutazione delle competenze dei rifugiati. Il toolkit sarà prima sperimentato su 50 rifugiati individuati in ciascun paese partecipante e poi sarà messo a disposizione di tutti coloro che si occupano di servizi di orientamento al lavoro per migranti e rifugiati.

Nella scheda del progetto si legge che fra gli obiettivi individuati ci sono: facilitare il riconoscimento delle conoscenze, competenze e abilità formali, non formali e informali dei rifugiati / titolari di protezione sussidiaria / richiedenti asilo attraverso la progettazione e l’implementazione di un kit di strumenti per la valutazione delle competenze dei migranti; trasferire nuove competenze altamente qualificanti ai rifugiati / titolari di protezione sussidiaria / richiedenti asilo attraverso corsi di formazione professionale che soddisfino le loro esigenze di apprendimento, in particolare la lingua; far sperimentare ai rifugiati / titolari di protezione sussidiaria / richiedenti asilo esperienze di lavoro pratiche attraverso la creazione e l’implementazione di laboratori basati sul lavoro.

I partner coinvolti in REVaLUE sono: Programma integra (Italia), Iriv Conseil (Francia), FISPE – Français pour l’insertion sociale et professionnelle en Europe (Francia), Rinova Limited (Regno Unito), Ashley Community Housing (Regno Unito), Jovokerek Alapitvany (Ungheria), gsub mbH (Germania), mentre l'organizzazione capofila del progetto è l’ente di formazione italiano E.RI.FO.

Contenuti correlati